Da domani 16 sommelier romeni alla scoperta della Sicilia attraverso il vino

Dal 22 al 26 ottobre un gruppo di sommelier dell’ORS, (Organizatia Somelierilor Din Romania) arrivano dalle più varie città romene per conoscere l’isola attraverso i suoi vini Carmelo Sgandurra (Sommelier Zosimo) guida i suoi colleghi in un viaggio studio che propone itinerario tra grandi e piccoli produttori siciliani e che prevede anche due appuntamenti aperti al pubblico
Sono 16 sommelier professionisti e arrivano dalle più varie città della Romania per scoprire la Sicilia attraverso il vino.
Dal 22 al 26 ottobre, sarà un viaggio di studio e lavoro quello che porterà i rappresentanti dell’OSR (Organizatia Somelierilor Din Romania) alla scoperta di una delle terre che più caratterizza la storia vitivinicola d’Italia a partire dal suo vino principe: il Marsala
I vitigni internazionali migranti o emigranti, i vini e i produttori eroici e unici del Vulcano Etna e un confronto tra i vitigni autoctoni di Romania e quelli italiani saranno i temi affrontati nella quattro giorni che Carmelo Sgandurra, noto come Sommelier Zosimo, ha pensato per introdurre i suoi colleghi romeni alla conoscenza di alcune delle produzioni più grandi ma anche tra le più piccole e particolari della Sicilia.
Un itinerario che prenderà il via dalle Cantine Florio, dove la storia penetra l’animo ed il gusto. Sarà poi la volta di una visita alle Cantine di Donnafugata dove scoprire il passato ed il futuro del vino. Quindi il gruppo arriverà nel cuore dell’isola, la parte più dura, dove la terra è da sempre destinata alla coltivazione del grano, materia prima di un pane speciale. Proprio qui nel Bivio Gigliotto dove cinque provincie si incontrano in confine fatto di zolle brulle e aride, la giornata sarà dedicata alla scoperta di come un vitigno tutto francese (il Petit Verdot, che nella sua patria non raggiunge mai la maturazione) trovi ambiente unico per crescere e svilupparsi. Immancabile infine la visita al vulcano Etna e alle aziende più peculiari che si trovano sul versante nord.
Due i momenti aperti anche al pubblico.
Lunedì 24, alle ore 20.00, presso l’Enoteca Regionale di Castiglione di Sicilia, Carmelo Sgandurra condurrà una masterclass sul tema “Vini del Vulcano Etna – Eroici e Unici”.
Seguirà un incontro sull’ importanza dei consorzi e strade del vino a cui prenderanno parte Giovanni Conti, presidente dell’Enoteca Regionale; Giuseppe Mannino, Consorzio tutela Etna DOC, Giovanni Scilio, Strade del vino dell’Etna e Rocco Trefiletti (produttore, Cantina AITALA).
Martedì 25 ottobre invece alle ore 20.30, presso l’Hotel Plaza di Catania (Viale Ruggero di Lauria, 43), Carmello Sgandurra e Carmelo Privitera presidente dell’AIS Sicilia, condurranno una masterclass sui vitigni autoctoni di Romania a cui potranno prendere parte tutti gli appassionati e curiosi di vino (info e prenotazioni info@sommeliersicilia.com; 3335815102).
Un modo originale per promuovere l’Italia presentando, attraverso uno dei suoi più generosi prodotti, storia e percorsi di vita.

By | 2016-10-21T23:01:47+02:00 Ottobre 2016|I luoghi del bere|