Lo chef stellato Andrea Ribaldone ospite a Eataly Milano Smeraldo

[dropcap]D[/dropcap]a lunedì 19 settembre a domenica 2 ottobre, lo chef Andrea Ribaldone del ristorante I Due Buoi di Alessandria, 1 stella Michelin, sarà ospite a Eataly Milano Smeraldo con un temporary restaurant nello spazio Valcucine. Per due settimane, sarà possibile conoscere la cucina dello chef Ribaldone, di origine milanese, ma da molti anni protagonista ad Alessandria.
Si potranno assaggiare i piatti che hanno reso celebre lo chef, dagli Agnolotti di manzo fassone “ricordo di un viaggio in Giappone” al Risotto bianco e nero di seppia. A Eataly Milano Smeraldo, lo chef Andrea Ribaldone proporrà una cucina con “strutture visive, gustative e testurali” di forti acidità e contrasti.
Si potrà scegliere tra 8 piatti d’autore tra antipasti, primi, secondi e dessert con prezzi da 10 a 18 euro o, per chi vuole fare un percorso gastronomico, il menu degustazione a 45 euro.

“Sono contento di tornare a Milano dopo l’esperienza fatta lo scorso anno a Expo”- afferma Andrea Ribaldone – “la città è la vera capitale mentale del paese e una delle città più intense e interessanti. E sono particolarmente felice di essere ospite con I Due Buoi da Eataly, azienda con cui ho già lavorato a Tokyo, e a cui, da sempre, sono particolarmente affezionato perché è, di fatto, l’unico retailer globale del cibo italiano di qualità nel mondo”.agnolotti-di-manzo-fassone-ricordo-di-un-viaggio-in-giappone

agnolotti-di-manzo-fassone-ricordo-di-un-viaggio-in-giappone

Gli eventi organizzati da I Due Buoi a Eataly Milano Smeraldo
Domenica 25 settembre lo chef Andrea Ribaldone sarà a Eataly Smeraldo per uno showcooking dove si potrà degustare il suo celebre Risotto al bianco e nero di seppia con riso Carnaroli e lo Spaghetto Milano con riso roma, uno spaghettone cotto in acqua, con poco sale, e mantecato con un risotto alla milanese precedentemente cucinato e volutamente stracotto, interpretazione fatta dallo chef in occasione di Expo Milano 2015.
Domenica 2 ottobre alle ore 20:00 sul palco di Eataly, le due settimane del temporary restaurant si concluderanno con un grande concerto jazz proposto da Red Note, rassegna di musica jazz nata dalla collaborazione tra I Due Buoi e l’Alessandria Jazz Club.
I menu dei I Due Buoi a Eataly Milano Smeraldo
Dal 19 settembre al 25 settembre, il temporary restaurant I Due Buoi a Eataly Milano Smeraldo proporrà il seguente menu:
Peperone, crema senise, crudo di peperone, capperi, olive, origano Risotto bianco e nero di seppia
Vitello al Marsala e porcini Fichi, giuncata e fior di latte
Dal 26 settembre al 2 ottobre, il temporary restaurant I Due Buoi a Eataly Milano Smeraldo proporrà il seguente menu:
Pollo albufera, zenzero e cipolotto
Agnolotti di manzo fassone “ricordo di un viaggio in Giappone” Razza alla Mugnaia con spinacino
Pere e cioccolato, peperoncino
La carta dei vini I Due Buoi a Eataly Milano Smeraldo
La carta dei vini sarà ricca e rispecchierà le passioni dello chef e le eccellenze del Piemonte.
I menu degustazione saranno abbinati alla bollicina GaviBRUT”Roverello” della cantina tenuta Bruno Broglia, splendida tenuta con i vigneti più antichi di tutta la Val di Lemme, proprietà della famiglia Broglia dal 1972, 100 ettari di terreni selezionati nel cuore del Gavi. Oltre a questa bollicina, nella carta dei vini dei I Due Buoi a Eataly Smeraldo ci saranno il Gavi Docg del Comune di Gavi “Bruno Broglia” 2014 e il Gavi Docg del Comune di Gavi “La Meirana” 2015.
Tra i bianchi, lo Chardonnay”Piodilei”prodotto da Pio Cesare, tra le migliori aziende produttrici di vini albesi che con questo vino bianco affinato sui lieviti, in barriques, per oltre dieci mesi, da uve molto mature, ha corpo struttura e longevità simili al grande Barbaresco.
Non potevano mancare i vini di Walter Massa che sarà presente con un Timorasso Derthona e un Barbera “Monleale”.
Tra i rossi, lo chef Ribaldone ha scelto il Grignolino del Monferrato Casalese e il Ruchè di Castagnole Monferrato Docg “La Tradizione”.

By | 2016-09-18T09:38:31+02:00 Settembre 2016|Eventi, I luoghi del gusto, Slide|