Acquavite d’Uva Alexander: la Regina dell’Estate

[dropcap]A[/dropcap]cquavite d’Uva Alexander è un distillato morbido e aromatico, che ha origine dalla distillazione degli acini gustosi e profumati di Uva Regina. All’olfatto si caratterizza per l’avvolgente sentore di frutta fresca, mentre al gusto risulta pulito, elegante e amabile.
Il packaging consente di riconoscere a una prima occhiata il marchio Alexander. La bottiglia a base larga, che si restringe progressivamente verso il collo, è stata realizzata in vetro satinato, per dare al consumatore un’immagine d’impatto che richiama il ghiaccio, comunicando una piacevole sensazione di freschezza.
Gelata o allungata con ghiaccio, l’acquavite d’uva si presta particolarmente a un consumo estivo, in quanto appaga il palato e regala una piacevole sensazione di freschezza. Ottima dopo i pasti, come digestivo, si accompagna egregiamente a mirtilli e frutti di bosco.
È anche un apprezzato ingrediente per cocktail e long drink. A questo proposito, per smorzare la calura estiva, suggeriamo “Summertime”. Si prepara con: 3/10 Acquavite d’Uva Alexander; 2/10 Mandarinetto; 5/10 succo di pompelmo. Il tutto va shakerato con abbondante ghiaccio tritato e allungato con acqua tonica. Questo dissetante long drink va servito con cannuccia in un tumbler gelato, guarnito con una fettina d’arancia e un rametto di menta.
L’Acquavite d’Uva è una stretta parente della grappa. A differenza di quest’ultima, che ha origine dalle vinacce, si produce distillando gli acini interi dell’uva, in presenza di polpa e mosto. E’ un distillato morbido, profumato e amabile, che incontra particolarmente il gusto dei giovani e delle donne e che viene recepito dagli intenditori come un prodotto di gran pregio e di difficile realizzazione. Il procedimento produttivo, più impegnativo rispetto a quello della grappa, giustifica il maggior prezzo d’acquisto per bottiglia. Dal 1984 questo prodotto è stato regolamentato da una specifica disposizione di legge.

By | 2016-07-12T08:00:43+02:00 Luglio 2016|I luoghi del bere|