I luoghi del bere

La Casa d’Aste Christie’s Masseto festeggia l’anniversario dei 250 anni con il vino Masseto

L’iconico vino italiano rilascia una speciale cassa “Library Release” di rare annate per i collezionisti

[dropcap]M[/dropcap]asseto, uno dei vini italiani più amati dai collezionisti, è orgoglioso di annunciare il lancio della sua prima “Masseto Library Release”, cioè una raccolta di rare annate, per partecipare così alle celebrazioni del 250 ° anniversario della Casa d’Aste Christie’s, che coincide con il 30° anniversario della sede di Hong Kong.

Considerato uno dei più grandi vini del mondo e riconosciuto come un investimento molto solido per l’indice Liv-Ex, questa rara cassa “Masseto Library Release” è stata svelata nel corso della recente asta di Christie’s denominata “Finest and Rares Wines”, tenutasi ad Hong Kong lo scorso 27 maggio 2016. Il lotto è stato composto di sei straordinarie bottiglie (6 x 750ml) delle annate 2006-2011, che sono state confezionate in una speciale cassa di legno, realizzata su misura appositamente per queste bottiglie. Solo 100 di questi eccezionali casse sono state prodotte da Masseto ed ognuna è numerata, quella andata all’asta ad Hong Kong portava la numerazione 1/100. Oltre all’eccezionale cassa, il lotto “Masseto Library Release” ha compreso anche una speciale ed esclusiva visita privata nella Tenuta, il pranzo ed un tour completo per sei persone, per rendere unica ed irripetibile l’esperienza . Il ricavato dell’asta è andato a favore della Croce Rossa francese, charity partner esclusivo per l’evento.

Come per tutte le “normali” bottiglie, quelle appartenenti alla “Masseto Library Release” sono state equipaggiate con la tecnologia Prooftag ™ sul collo di ogni bottiglia, che ne garantisce l’autenticità e la provenienza.

Quei Collezionisti che avranno perso l’opportunità di assicurarsi la cassa numero 1/100 all’asta di Christie’s ad Hong Kong, potranno avere la rara occasione di trovare altre “Masseto Library Release” presso pochissime prestigiose enoteche altamente selezionate in tutto il mondo, a partire dal mese di ottobre 2016, cioè immediatamente dopo l’immissione sul mercato delle bottiglie per l’anno 2016, peraltro già in un numero estremamente limitato.

www.masseto.it

[dropcap]M[/dropcap]asseto è un Cru nato nel vigneto Masseto. Un Merlot dalla grande struttura e longevità, il vino è strettamente prodotto in quantità limitate con una selezione rigorosa che assicura la migliore qualità. Masseto è una collina il cui territorio può essere suddiviso in tre aree. La parte centrale ha la più alta percentuale di argille plioceniche che sono le “fondatrici” del territorio. Questa parte, che è la più importante della collina essendo la “spina dorsale” del territorio, dona al vino l’importante struttura tannica. La zona più alta, chiamata “Masseto Alto”, è caratterizzata da un terreno più sabbioso e ricco di pietre; il suo raccolto è poco ricco ma fornisce un vino molto lineare e concentrato. Infine la zona più bassa della collina, utilizzata per la prima volta dieci anni fa, viene chiamata “Masseto Junior” ed è caratterizzata da un terreno sabbioso e argilloso; la raccolta è più leggera ma è di vitale importanze perché è capace di temperare l’eccesiva tannicità delle altre aree e rinforza il tessuto del vino. Il costante lavoro dello staff e le perfette condizioni climatiche e geologiche hanno portato in un ventennio, la prima annata di Masseto venne prodotta nel 1986, ad ottenere riconoscimenti nazionali ed internazionali: Wine Spectator ha premiato il Masseto del 2001 con il massimo punteggio (100/100) e Wine Advocate ha conferito 99/100 a Masseto 2006. Inoltre il Masseto vede la presenza costante ai vertici delle principali guide enologiche italiane, Gambero Rosso, Espresso, Veronelli,Duemilavini AIS, Luca Maroni.

Articoli simili

L’agricoltura biodinamica entra in Santa Venere

Redazione 111

Prosecco leader anche nella lotta alla contraffazione

Redazione 111

Per l’aperitivo estivo perfette le bollicine dello champagne Jacquart Extra Brut!

claudia.dimeglio