Nocciolata senza latte di Rigoni, bontà golosa

I prodotti Rigoni di Asiago contengono esclusivamente materie prime selezionate e provenienti da agricoltura biologica. La cura artigianale, unitamente a sistemi di produzione innovativi, che l’azienda adotta lungo ogni fase della filiera, garantiscono una produzione di alta qualità, certificata e riconosciuta a livello internazionale.

Negozio Rigoni di AsiagoLa scelta del biologico per tutti i prodotti risale al 1992 e, ad oggi, Rigoni di Asiago è l’unica marca biologica leader nel proprio segmento di mercato. Rigoni di Asiago azienda che ha la natura nel cuore ha quattro linee di prodotti che spaziano da 12 tipologie di Mielbio, in questo caso miele biologico italiano dal lontano 1922, a Fiordifrutta in ben 26 gusti differenti dai frutti classici a quelli più esclusivi e originali, da DolceDì zucchero naturale estratto da mele provenienti esclusivamente da coltivazioni biologiche a Tantifrutti spremuta di frutta biologica disponibile nei gusti Mirtilli Neri Selvatici e Frutti di Bosco, a Nocciolata Classica. Proprio quest’ultima è ottenuta da nocciola tonda romana con cacao e burro di cacao della migliore varietà, zucchero di canna, latte scremato in polvere, estratto di vaniglia Bourbon, olio di girasole (no OGM) spremuto a freddo. Inoltre è senza glutine e assolutamente priva di olio di palma.

Buona per natura, Nocciolata oggi si presenta con una seconda versione la Nocciolata senza latte, una golosità che si propone con un gusto leggermente più intenso di cioccolato che lascia un retrogusto piacevolmente morbido e avvolgente e con un valore aggiunto: è senza latte e quindi perfetta per tutti, anche per chi soffre d’intolleranze e allergie. Morbida, cremosa, dalla consistenza perfetta, la sua bontà, come per la Nocciolata classica, è rigorosamente certificata attraverso un’etichetta trasparente, con tutte le indicazioni a garanzia del contenuto. Un’etichetta fondamentale per coloro che sono alla ricerca dell’alta qualità così come per coloro che hanno problemi di salute, di intolleranze o che hanno fatto scelte etiche per la loro alimentazione e che ora possono tranquillamente gustare Nocciolata nella versione senza latte. Gli ingredienti della Nocciolata senza latte sono 18% di pasta delle migliori nocciole, 11% di cacao, zucchero di canna, estratto di vaniglia, burro di cacao e olio di girasole. Tutti rigorosamente biologici. La presenza del burro di cacao è fondamentale in quanto sta ad indicare che, nella Nocciolata, sia classica sia senza latte, non c’è traccia di olio di palma. La lavorazione avviene con un procedimento protetto in modo da evitare qualsiasi tipo di contaminazione con il latte. Inoltre la percentuale di cacao, superiore a quella della Nocciolata classica conferisce alla versione senza lattosio un gusto leggermente più intenso di cioccolato.

Gelato con nocciolata senza latteL’etichetta della Nocciolata senza latte oltre a quella che si riferisce al biologico, alla scritta senza glutine, a quella Kosher (presenti anche per Nocciolata classica), troviamo una novità assoluta: la Certification Europe Italia riferita alla produzione Vegan. Per finire, non manca la tabella con le informazioni nutrizionali, estremamente esauriente per chi è attento alla linea. L’intolleranza al lattosio ha portato chi soffre di questa patologia a ridurre drasticamente i consumi di molti prodotti di uso quotidiano. Spesso, infatti, non si tratta di eliminare il solo latte dalla dieta per non incorrere in effetti indesiderati, se non addirittura pericolosi, in caso di allergie, ma anche tutto ciò che può contenerlo anche solo in minima parte. Il fatto poi di non contenere grassi animali rende Nocciolata senza latte ideale per chi segue la filosofia vegana, la cui alimentazione non contempla ingredienti di provenienza animale.

Nocciolata, Nocciolata senza latte e gli altri prodotti sono reperibili nella grande distribuzione oppure nel flagship store Rigoni di Asiago “Naturalmente a Milano” in via Buonarroti 15 dove è realizzata anche una versione golosa di gelato alla Nocciolata nella versione senza lattosio.

Giovanna Moldenhauer

By | 2016-02-19T18:23:46+01:00 Gennaio 2016|Food, News, Suggeriti|