Solo prodotti biologici nei distributori automatici Bio4U

Solo prodotti biologici nei distributori automatici Bio4UGrande interesse in Italia, complci i temi legati ad Expo,  per il cibo biologico, scelto sempre di più da chi è attento alla propria salute e al proprio benessere.

Secondo un’indagine, realizzata su un campione di 1000 italiani, oltre l’80% degli italiani ha consumato prodotti biologici negli ultimi 6 mesi perchè li considera più sani e naturali e 3 su 10 li gusta anche nelle piccole pause della giornata sotto forma di snack e bevande. Infine, 9 italiani su 10 affermano che farebbero volentieri uso di distributori automatici bio e addirittura il 66% è disposto a spendere di più rispetto ad una normale vending machine proprio perché si tratta di prodotti più sani.

Bio4U – azienda nata proprio dall’idea di integrare il business della distribuzione automatica con il mondo del cibo biologico e realizzata in collaborazione con Bioera e Top Ten Group, società attiva nel marketing del settore cinematografico – ha creato le “bio machine” Bio4U, distributori automatici ad alta tecnologia che offrono solo snack e bevande biologici in tante varietà e gusti con gli stessi marchi attualmente distribuiti attraverso il canale retail, ma con il vantaggio di una disponibilità 24 ore su 24. I primi distributori sono già stati installati a Bologna in zone ad alto passaggio – uffici pubblici, università – per testare il progetto in vista della ulteriore diffusione sul territorio nazionale.

“L’idea di Bio4U è nata per intercettare il bisogno dei consumatori di gustare cibo sano anche nelle piccole pause della giornata” dichiara Sergio Talia, Amministratore delegato di Bio4U “Le bio machine Bio4U sono già una realtà sul mercato e l’installazione di decine di macchine, in corso a Bologna, ci sta consentendo di testare direttamente l’efficacia dei distributori, osservare cosa si consuma di più e cosa di meno per arrivare a definire il giusto mix di prodotti. Dopo questa prima fase, che durerà circa 6 mesi, estenderemo progressivamente il test ad altre zone dell’Emilia Romagna per poi espanderci in tutta Italia”.

Dai dati dell’indagine emerge l’identikit del consumatore Bio4U: si tratta di oltre 40% della popolazione che già oggi acquista abitualmente prodotti bio ed è già familiare, in generale, con l’utilizzo di distributori automatici, con una prevalenza di uomini (56% rispetto al 44% delle donne), in particolare nella fascia di età 35-54 anni (55%).

“I consumatori stanno dimostrando sempre più consapevolezza dell’importanza di adottare comportamenti e abitudini che tutelino la propria salute, il proprio benessere e rispettino l’ambiente ed in questo rientra il grande interesse per il biologico” dichiara Canio Mazzaro, Amministratore delegato di Bioera “Con Bio4U facciamo un ulteriore passo avanti, dando l’opportunità a chi già consuma il biologico di poterne usufruire anche nelle piccole pause della giornata e, allo stesso tempo, avvicinando al biologico nuove fasce di consumatori attraverso una nuova modalità di distribuzione che arriva negli uffici, nelle strade, nelle stazioni o nelle palestre”.

Del resto l’utilizzo del distributore automatico è familiare al 50% della popolazione che dichiara di utilizzarli in media di 7 volte al mese, soprattutto sul posto di lavoro, a scuola o in università (60%), nei centri commerciali (30%), in giro per la città e presso le stazioni di treni e metro (29%). La motivazione principale del ricorso ai distributori automatici è la comodità: sono vicini (49%), utilizzabili 24 ore su 24 (43%).

“Abbiamo abbracciato volentieri questo progetto perché come leader italiano ed europeo nella distribuzione automatica siamo sempre attenti ai desideri dei consumatori” dichiara Antonio Tartaro, Amministratore delegato di IVS Italia “Il consumo di biologico sta crescendo in modo esponenziale in Italia e riteniamo quindi che offrirlo anche attraverso dei distributori automatici completamente dedicati sia in linea con le aspettative di una parte del nostro target attuale”.

 

 

By | 2020-10-05T22:58:35+02:00 Giugno 2015|News|