Eventi Fiere News

Valtènesi in festa nel ponte del 2 giugno

E’ una manifestazione che fa ormai parte del vissuto e della storia del lago di Garda: la celebrazione di una terra fortunata attraverso le sue tradizioni, la sua cultura, e soprattutto i suoi prodotti tipici, a partire ovviamente dal vino.

 

Sono questi gli ingredienti della Fiera del Vino Valtènesi-Garda Classico Doc di Polpenazze del Garda (Bs), che dal 29 maggio al 2 giugno torna in scena per tagliare il traguardo dell’edizione numero 66. In cartellone, cinque giorni di festa nel ponte del 2 giugno, per una rassegna dal grande appeal popolare, destinata quest’anno a richiamare anche i tanti turisti in visita sul più grande lago italiano.

“La Fiera del Vino è ormai un appuntamento irrinunciabile per la nostra comunità – spiega il sindaco nonché presidente della Fiera Andrea Dal Prete-. E’ un importante momento di aggregazione e coesione sociale, ma negli anni ha saputo crescere per diventare anche e soprattutto un fondamentale veicolo di promozione per il territorio e per un’agricoltura di eccellenza che rappresenta ormai un elemento di fondamentale richiamo anche per l’economia turistica”.

“Il 2015 del Consorzio Valtènesi – commenta Alessandro Luzzago presidente del Consorzio Valtènesi –non poteva che preannunciarsi particolarmente impegnativo, ricco di appuntamenti importanti e nuove sfide: siamo del resto nell’anno di Expo, di questo grande appuntamento internazionale che rappresenta una grande vetrina promozionale per l’intero sistema Italia. Ed anche il nostro organismo ha impostato una nuova strategia di comunicazione promozionale, con l’obbiettivo di arrivare anche a quel pubblico internazionale che fino ad ora non siamo riusciti a raggiungere ma che potrebbe rappresentare un importante target per il futuro del nostro territorio e dei suoi vini. La convinzione è che l’Esposizione Universale possa funzionare come volano promozionale per il nostro territorio, grazie anche ad un immancabile ed ormai tradizionale appuntamento come la Fiera del Vino di Polpenazze, che quest’anno raggiunge la sua 66esima edizione e che da sempre rappresenta una delle manifestazioni di riferimento per la nostra viticoltura”.

Fedele a questo mandato di valorizzazione della qualità dei prodotti autoctoni, la Fiera mette come sempre al centro del proprio programma il concorso enologico nazionale dedicato alle produzioni vinicole del territorio, istituito nel 2006 dal Ministero per le Politiche Agricole per la Doc Garda Classico, ed aperto dal 2012 anche alla nuova Doc Valtènesi. Il Concorso è stato impostato su regole nuove, decisamente più severe e restrittive, ed un nuovo taglio organizzativo più in linea con le moderne tendenze enogastronomiche Sono 66 le etichette iscritte quest’anno al concorso: ben 43 quelle cui le commissioni di assaggio, riunite nella mattina di martedì 19 marzo per le degustazioni ufficiali, hanno assegnato la qualifica di Vino Eccellente, corrispondente ad un punteggio di almeno 85/100, e che verranno premiate durante la cerimonia ufficiale di inaugurazione nella mattinata di domenica 31 maggio. Da ricordare che i Chiaretti ritenuti eccellenti dalla commissione proseguiranno il loro cammino per una seconda degustazione nella quale verrà scelto il vincitore del Trofeo Pompeo Molmenti, che verrà attribuito nell’ambito di Italia in Rosa a Moniga del Garda nel weekend successivo, dal 5 al 7 giugno. Saranno inoltre assegnati dei premi speciali al miglior Valtènesi e Valtènesi Chiaretto, voluti dall’amministrazione comunale, ed al miglior Groppello e Rosso Superiore, istituiti con il contributo della Banca di Credito Cooperativo del Garda.

La manifestazione si terrà come sempre nelle contrade e nelle piazze del centro storico medievale di Polpenazze, dal quale si può ammirare uno dei più suggestivi panorami del lago di Garda. Come sempre, i visitatori potranno degustare i vini delle 21 aziende presenti in fiera con proprio stand, acquistando all’ingresso sacca e bicchiere a cinque euro, cui si dovrà aggiungere poi 1 euro per ogni degustazione prescelta. Non mancheranno la Corte degli Assaggi, dove si potranno effettuare degustazioni comparate dei vini in concorso in abbinamento ai migliori formaggi della zona, il Borgo Bio, dedicato ai sempre più numerosi produttori di Valtènesi che hanno scelto l’agricoltura biologica, mentre in piazza si servirà infine per cinque giorni il tradizionale spiedo gardesano. In programma anche l’ormai consueto Palio del Salame dedicato au numerosi norcini locali e degustazioni guidate di olio extravergine Garda Dop a cura dell’Apol. Numerosi momenti culturali e di intrattenimento completano il programma: chiusura lunedì 2 con grande spettacolo pirotecnico.

 

Articoli simili

BirrAlp, la birra artigianale va in montagna

Redazione 111

A Marta un convegno sulla pesca del lago di Bolsena

Harry

Merano Wine Festival 6-10 novembre, la presentazione

anna.rubinetto