A Cernobbio il Wine&Food Style celebra l’eccellenza enogastronomica italiana

A Cernobbio il Wine&Food Style celebra l’eccellenza enogastronomica italianaCernobbio, all’interno di Villa Erba, sede di un centro espositivo modernissimo, affiancato da una storica villa e situato in un contesto naturale spettacolare che si affaccia proprio in riva al Lago di Como, sarà organizzata la nuova mostra mercato Wine&Food Style, dedicata ai prodotti dell’eccellenza enogastronomica italiana, patrocinata da Comune di Como, Città di Cernobbio e CNA Alimentare.

Promossa da UpMarket, azienda leader nell’organizzazione di eventi fieristici rivolti al grande pubblico, la manifestazione si svolgerà nell’Ala Cernobbio di Villa Erba da venerdì 31 ottobre a domenica 2 novembre 2014. Ecco gli orari: venerdì 31 ottobre dalle 12 alle 20; sabato 1 novembre dalle 9.30 alle 20; domenica 2 novembre dalle 9.30 alle 19.

Wine&Food Style offrirà al pubblico un ricco programma di eventi; così, oltre ad esposizione, degustazioni e vendita al pubblico di prodotti, abbinerà workshop, mostre tematiche ed eventi collaterali di vario genere. Il ricco programma della manifestazione, in corso di completamento, già annovera alcuni highlights che non mancheranno di suscitare l’interesse dei visitatori. Tra gli altri:

– l’esposizione collettiva di arte contemporanea Barolo Paintings, curata dall’Associazione culturale Art & Wine Club–Italian Top Style di Barolo, dedicata al nobile vino rosso piemontese ed accompagnata da degustazioni di Cru del Barolo di una decina di celebri cantine;

– i Cooking Show organizzati dalla scuola di cucina milanese Imparo a Cucinare, per scoprire insieme agli chef, come preparare piatti gustosi e ricercati con gli ingredienti messi a disposizione dagli espositori;

– la mostra A cena con i Romani, dedicata ai cibi e ai sapori nell’Antica Roma, allestita nel corridoio centrale dell’Ala Cernobbio di Villa Erba, con immagini di reperti, affreschi e mosaici legati al tema del cibo e del vino e provenienti dai siti archeologici delle città vesuviane.

Inoltre, altri approfondimenti saranno legati a grandi eccellenze enogastronomiche nazionali, alla salute a tavola ed ai sapori più tipici del territorio lariano.

E tra gli espositori, con prodotti e specialità tipiche, saranno numerosi quelli provenienti dal comprensorio lariano – Como, Lecco e dintorni, che proporranno i caratteristici dolci del Comasco, le pancette farcite dell’Antica Salumeria Sangalli, i grandi formaggi di Gildo Ciresa, stagionati nelle grotte della Valsassina, i dolcissimi prosciutti affinati ai venti di lago e collina di Marco d’Oggiono, oltre alle degustazioni bio proposte dall’Oasi di Galbusera Bianca e le specialità locali offerte da Al Km Zero, con sede aziendale ubicata proprio a poche decine di metri dal centro fieristico di Villa Erba.

Ma non mancheranno anche molte specialità provenienti dal resto d’Italia che possono vantare certificazioni di origine e produzioni in piccole quantità ma di grande qualità; come il cecino rosa e il fagiolo zolfino del Pratomagno in Toscana, le selezionate produzioni di risi della Lomellina, i prodotti a base di nocciole IGP del Piemonte e l’extravergine di Canosa.

Mentre tra i vini, il Piemonte sarà protagonista, oltre che con la mostra Barolo Paintings e con le degustazioni di cru del “più nobile fra i vini”, anche con i grandi vini dell’Ovadese e le aziende provenienti dalle colline di Langhe, Roero e Monferrato, l’unico comprensorio vitivinicolo al mondo entrato a far parte della World Heritage List dell’Unesco. Tra le altre regioni rappresentate spiccano la Lombardia, con le cantine del Consorzio Vini Mantovani e quelle del Consorzio “Club del Buttafuoco Storico”, che riunisce le 13 vigne dove si produce questo rinomato vino dell’Oltrepò Pavese. Ed ancora, la Toscana con i nobili vini di Montepulciano e della Maremma Grossetana e la Puglia, rappresentata da due eccellenze vinicole come il Primitivo e il Negramaro.

Inoltre, tra le curiosità inserite nella rassegna, sono da segnalare anche i vini senza solfiti prodotti da Cesare Catelli e le etichette neozelandesi proposte da un importatore lariano. Tutte le etichette presenti in fiera saranno consultabili su iPad attraverso la Carta dei Vini digitale, un’applicazione creata specificatamente per soddisfare le esigenze di produttori, ristoratori, enoteche e distributori da WineAmore, sponsor tecnico della manifestazione.

Ingressi: Individuale giornaliero 8 euro (6 euro con coupon sconto cartaceo o online scaricabile dal sito) – Soci FAI e Slow Food 5 euro –  ingresso gratuito per bambini fino a 10 anni.

www.winefoodstyle.com

 

By | 2020-06-20T08:39:40+02:00 Ottobre 2014|I luoghi del gusto|