Cammino culinario di San Giacomo: passeggiate  e alta cucina nei rifugi  del Tirolo austriaco

Se tutti conoscono il Cammino di Santiago di Compostela – un vero atto di fede che porta tantissimi pellegrini provenienti da ogni parte del mondo a percorrere centinaia di km per raggiungere,  attraversando a piedi  Francia e Spagna, per giungere al Santuario di Santiago di Compostela, dove si ritiene ci sia la tomba dell’apostolo Giacomo il Maggiore – forse non tutti sanno che fino al 21 settembre nel Tirolo austriaco si svolgerà  il Cammino culinario di San Giacomo, un vero e proprio pellegrinaggio gastronomico, che porterà gli appassionati gourmet a raggiungere a piedi quattro baite, ammirando il panorama delle nevi eterne del Silvretta, per gustare le prelibatezze che quattro grandi chef internazionali  prepareranno  nei rifugi della valle di Paznau, sotto il patrocinio dello “chef del secolo”, Eckart Witzigmann.
Piatti di alta cucina, presentati con l’eleganza dei più raffinati ristoranti, ma degustati… in tradizionali rifugi alpini, raggiungibili con passeggiate piacevoli e  impegnative giusto quanto basta a rinforzare l’appetito!

Nel fine settimana del 6 e 7 luglio ci sarà l’inaugurazione dell’iniziativa, aperta a tutti,  e  i quattro chef, il sabato, saranno presenti alla Heidelberger Hütte per  spiegare ai turisti i segreti delle loro ricette. In questa occasione tutti i piatti potranno essere assaggiati con una spesa di 15 euro.
I rifugi coinvolti sono la Ascherer Hütte, la Jamtalhütte, la Heidelberger Hütte e la Niederelbe Hütte, raggiungibili da Ischgl, Galtür, Kappl e See, i quattro paesi della valle.
Gli chef dell’edizione 2014 del Cammino culinario di San Giacono sono Alfio Ghezzi della “Locanda Margon” di Trento e ristorante delle cantine FerrariRussell Brown (Sienna, Dorset – Gran Bretagna), Giovanni Oosters (VousLéVous, Hasselt – Belgio) e Dieter Müller (Dieter Müller – nave da crociera MS Europa).

A coordinare gli chef sarà Martin Sieberer, la stella Michelin locale del ristorante Paznaunerstube, un luogo da non perdere per gli appassionati di alta ( e ottima) cucina.
“Abbiamo iniziato 6 anni fa” spiega Sieberer “partendo da un’idea: dare l’opportunità a chi va in montagna di sedersi al rifugio e dopo tanta fatica e in mezzo a tanta bellezza di premiarsi con un piatto di eccellenza che però non fosse troppo caro. E quindi eccellenza a portata di tutti”. Sieberer ha cucinato in occasione del  gran gala inaugurale al Trofana Royal di Ischgl, portando in tavola una cucina leggera, dai sapori freschi,  e … buonissima!

Insieme a Eckart Witzigmann, il terzo cuoco al mondo ad aggiudicarsi le ambite tre stelle della guida Michelin nel 1979, Sieberer ha scelto la squadra del 2014.

A rappresentare l’Italia  ci sarà  Alfio Ghezzi (abbinato alla Heidelberger Hütte),  della Locanda Margon di Trento, cheproporrà, in omaggio alla valle e ai suoi prodotti, tagliatelle con spezzatino di vitello, salsa al parmigiano, Ferrari Maximum Brut e polvere di caffè. Grazie alla sua grande esperienza, maturata anche presso grandi maestri come Gualtiero Marchesi e Andrea Berton,  Ghezzi propone piatti semplici della tradizione italiana, ma realizzati con quel tocco in più e con un mix di ingredienti sorprendente, che li rende unici.

“Le mie tagliatelle al ragù di vitello – afferma Ghezzi – sono un classico che faccio spesso alla Locanda Margon. Ma attenzione la spalla di vitello è tagliata a coltello. In cottura il ragù viene bagnato da un Chardonnay.
Poi ci aggiungo il concentrato di pomodoro sale e pepe.
Nelle tagliatelle metto il rosmarino, richiedono un procedimento lento con il riposo di un’intera notte sotto vuoto. La salsa al parmigiano è fatta lasciando asciugare in casseruola un litro di Brut della Ferrari con uno scalogno e una foglia di alloro, poi quando è sceso a specchio aggiungo 1 litro di panna. Lascio che asciughi e scenda. Poi ho emulsionato in un mixer con il burro e il parmigiano (io di solito uso trentingrana). E alla fine ha cotto le tagliatelle, le ha condite con il ragù in pentola per renderle delicate e cremose.

Ho impiattato adagiando le tagliatelle sulla salsa al parmigiano e Ferrari Brut, poi le tagliatelle al ragù e infine il tocco del caffè in polvere con una foglia di dragoncello”.

Le delizie continuano, conRussell Brown, lo chef che alla Jamtalhütte proporrà la  guancia di manzo brasata alla birra e cipolle con contorno di frullato di patate, involtini di scalogni sott’aceto, cipolle fritte, cipolle primaverili e purè dolce di cipolle. Per Giovanni Oosters, alla Niederelbe Hütte, risotto al formaggio di malga della valle di Paznaun con pancetta secca, erbe aromatiche locali, carpaccio rosso peperone, birra di ciliegia di Wilderen, polvere di mostarda di Kempen e miele di Ischgl, mentre Dieter Müller, alla Ascherhütte, cucinerà filetto di salmerino su letto di erbe con purè di patate, mostarda di rafano e marmellata rossa.

Per assaggiare le delizie dei quattro chef coinvolti nell’iniziativa c’è un’esclusiva offerta con tre notti in hotel con trattamento di mezza pensione e tutti i servizi e le facilitazioni della Silvretta Card All Inclusive a partire da 175 euro a persona e da 75 euro a persona con solo la prima colazione.

Il pacchetto è valido dal 6 luglio al 21 settembre.

Informazioni e prenotazioni
Tourismusverband Paznaun – Ischgl
Dorfstr. 436561 Ischgl – Austria
Tel. +43 (0) 950990 100
Fax: +43 (0) 50990 199
E-Mail: info@ischgl.com

 

 

By | 2014-08-20T11:19:24+00:00 Luglio 2014|Esperti, I luoghi del gusto, News, Suggeriti|