I luoghi del bere

Ciù Ciù presenta due nuove etichette

L’azienda vitivinicola Ciù Ciù di Offida, in provincia di Ascoli Piceno, si è presentato al Vinitaly lo scorso mese di aprile con un Verdicchio dei Castelli di Jesi Dop e una Lacrima di Morro D’Alba Dop  che portano a quattordici le etichette di produzione. Le altre uve vinificate dalla cantina spaziano dalle varietà autoctone delle Marche Passerina e Pecorino, riscoperte dalla passione di pochi vignaioli, oltre ai più conosciuti Sangiovese, Merlot, Barbera, Montepulciano, Pinot e Chardonnay.
Le uve Verdicchio, vitigno coltivato quasi esclusivamente nelle Marche, danno origine ad Arbinus vino bianco dalle piacevoli note floreali che evolvono verso frutta esotica. Nella degustazione ha grande carattere, struttura, corpo. La Lacrima di Morro D’Alba nata dalle omonime uve viene vinificata in accaiaio. Il vino dal colore rosso intenso con sfumature violacee, ha profumi di frutti del bosco, un gusto dal sapore gradevole di medio corpo.
A conferma della qualità della produzione la recente edizione di Vinitaly ha assegnato, durante la recente edizione, la Gran Menzione al concorso enologico ai vini Oppidum Marche IGT e Esperanto 2008 Offida Rosso DOC Esperanto 2008.
L’ampliamento delle etichette Ciù Ciù rappresenta un ulteriore traguardo per l’azienda marchigiana e per i suoi vini, che nel corso degli ultimi due anni hanno ricevuto grandi soddisfazioni e riconoscimenti in campo nazionale ed internazionale. Fra i più recenti premi si ricordano “Mundus Vini”, “Wine in China”, “Golden Glass” e “Awc Vienna”.
L’azienda si sta inoltre affacciando sempre più verso l’internazionalizzazione dei propri prodotti, con un’espansione che riguarda non solo l’Europa bensì anche l’Oriente.

Di recente abbiamo avviato una serie d’iniziative che ci hanno condotti in Corea e Giappone e abbiamo altri appuntamenti in programma in Cina e Indonesia, nei prossimi mesi – dichiara Walter Bartolomei, che guida l’azienda con il fratello Massimiliano – Tutte queste azioni si aggiungono alle iniziative di promozione dei nostri prodotti che stiamo conducendo in Europa, dove i nostri vini si stanno affermando in maniera sempre più decisa. Naturalmente non trascuriamo il nostro mercato locale, che resta un punto di riferimento, in cui cerchiamo di far conoscere sempre più in maniera approfondita la produzione biologica da cui derivano le nostre etichette”.

L’azienda vitivinicola biologica Ciù Ciù nasce nel cuore delle colline picene, nelle Marche, nell’area di produzione del Rosso Piceno Superiore e si estende su oltre 130 ettari. Fondata nel 1970 dai coniugi Natalino ed Anna, l’azienda è oggi gestita dai fratelli Massimiliano e Walter Bartolomei. I loro vini sono espressione autentica dell’impegno e della tradizione vinicola dell’azienda, frutto di ricerca e qualità sia in vigna che in cantina, ma anche di un ecosistema viticolo naturale di qualità con un “terroir” unico ed insostituibile.

www.ciuciuvini.it

Articoli simili

Ramazzotti: on line il nuovo sito, ancora più semplice ed accattivante

anna.rubinetto

I Vini Top Hundred 2016 del Golosario confermano che in Italia c’è sempre più qualità

Redazione 111

Winelivery: Ice Cube e ingredienti per un drink a casa