Food

illy svela altre tre Monoarabica che compongono il suo blend

Costa Rica, Colombia e India sono i Paesi d’origine del caffè da cui provengono i tre nuovi caffè 100% Arabica che vanno ad arricchire la gamma Monoarabica.

Una linea che nasce dalla profonda conoscenza di illy nella scelta delle qualità di Arabica più pregiate, che si propone di valorizzarne i singoli profili e farne conoscere le singole sfumature di gusto, diffondendo così la cultura del caffè.

Un viaggio che inizia da terre lontane ed esotiche è quello che porta alla scoperta dell’unicità del blend illy. Dalla sapiente combinazione delle migliori qualità di caffè 100% Arabica provenienti da Sud America, America Centrale, India, Africa e Cina nascono l’inconfondibile gusto e l’aroma illy, sempre costanti in ogni tazzina, in qualsiasi parte del mondo la si beva.

La linea illy Monoarabica si compone di sei origini: Etiopia, Brasile e Guatemala, a cui si aggiungono le tre novità Costa Rica, Colombia e India.

L’esperienza illy Monoarabica è disponibile in due formati: barattolo da 125 grammi di caffè macinato, barattolo da 21 capsule Iperespresso.

In vendita presso i bar illy, gli illyshop, i migliori negozi di alimentari, sul sito dedicato illy.com/monoarabica e sull’e-shop del sito illy shop.illy.com

A garanzia della loro tracciabilità e qualità, sarà possibile conoscere l’origine di ogni Monoarabica a partire da ottobre con Costa Rica, Colombia e India, risalendo fino al lotto di provenienza, inserendo il codice impresso sul fondello della confezione nello spazio dedicato sulla pagina illy.com/monoarabica.

illy Monoarabica Colombia

In Colombia la Cordigliera delle Ande si divide in tre catene montuose che creano le condizioni ideali per la coltivazione di caffè di qualità. Le diverse combinazioni di suolo, altitudine e clima rendono unico questo territorio, permettendo fino a due raccolti di caffè all’anno.
In Colombia la Cordigliera delle Ande si divide in tre catene montuose che creano le condizioni ideali per la coltivazione di caffè di qualità. Le diverse combinazioni di suolo, altitudine e clima rendono unico questo territorio, permettendo fino a due raccolti di caffè all’anno.
L’aroma è ricco: il corpo medio-alto esalta il perfetto bilanciamento tra il dolce, l’amaro e l’acido. Si sprigionano sorprendenti note di caramello e frutta secca con delicate presenze di cioccolato e pan tostato.

Le regioni principali da cui proviene questa monoarabica: la regione colombiana di Cauca si trova nel sud dello Stato ed è una terra di paesaggi seducenti, ricca di sorgenti e cascate. Una terra tanto varia si distingue per la sua omogeneità, e offre condizioni ideali per il raccolto.
Nella regione di Casanare, invece, il caffè arrivò attorno al 1750 al seguito dei Gesuiti e diede subito vita a coltivazioni fiorenti. Qui i chicchi nascono all’ombra delle alte piante di banano e platano. Ciò che rende così speciale il caffè sono la particolare composizione del suolo in cui cresce e l’altitudine di circa 1400 metri a cui prosperano le piantagioni, ma soprattutto la luce che le illumina e il canto degli uccelli che le allieta. Una combinazione che nel mondo solo questa terra sembra offrire.

illy Monoarabica Costa Rica

La coltivazione del caffè in Costa Rica si caratterizza per l’attenzione al tema della sostenibilità ambientale. L’uso oculato delle risorse idriche preserva il territorio e ne conserva l’importante biodiversità.
Sintesi perfetta tra acidità e dolcezza, corposità e amarezza. Unico per le decise note di cioccolato e caramello, arricchite da delicate presenze di pan tostato, arancia, miele e vaniglia.

Le regioni principali da cui proviene questa monoarabica: ai confini con Panama, nel sud del Costarica, la regione di Brunca è una terra molto variegata, con paesaggi che vanno da coste incantevoli a vaste foreste, da alte montagne fino al golfo. La pregiata Arabica di Brunca viene coltivata nelle aree collinari, dove le temperature medie si attestano sui 22°.
In Costa Rica la coltivazione del caffè si concentra nella Meseta Central, una vasta area di altopiani dai fertili terreni vulcanici. La Valle Occidental è la sua porzione più a Ovest. Questa regione sembra stata creata “a misura di caffè”: le altitudini tra gli 800 e i 1400 metri, un’umidità quasi costante all’81% e la temperatura media di circa 21° favoriscono coltivazioni floride e sane.

illy Monoarabica India

In India il caffè cresce all’ombra di una fitta vegetazione, insieme al pepe, alla vaniglia, al cardamomo e agli agrumi. Questa ricca varietà garantisce nel lungo periodo la qualità dell’ambiente e la prosperità delle comunità locali che coltivano il caffè.

L’elevata corposità è accompagnata da intense note di cacao e pan tostato che lasciano in bocca un piacevole retrogusto cioccolatoso e una punta di dolce.

Le regioni principali da cui proviene questa monoarabica: è nella zona meridionale del subcontinente, nel distretto di Chikmagalur nella regione del Karnataka, che il caffè ha messo piede per la prima volta in India, circa 350 anni fa. Sebbene sia circondata da vette imponenti, l’area è prevalentemente collinare, con altitudini tra i 700 e i 1200 metri, e offre un piacevole clima temperato e una vegetazione lussureggiante.

L’area di Sakleshpur si trova nei Ghati Occidentali, le alture indiane celebri per la loro ricchezza biologica.
Favorite da un clima propizio e da temperature relativamente miti, queste colline sono coperte da una fitta vegetazione. L’agricoltura è molto fiorente, e quella dell’Arabica è la produzione più importante della zona, rinomata e ricercata in tutto il mondo.
Queste tre nuove qualità vanno ad arricchire la gamma di Monoarabica illy, affiancando le varietà provenienti da Guatemala, Etiopia e Brasile.

Articoli simili

Leave a Comment