I luoghi del bere News

Valtenesi Doc, consensi in crescita per la nuova annata

Ad un anno dal debutto ufficiale con la vendemmia 2011, è disponibile la seconda annata del Valtenesi Doc, rimasto ad affinare in cantina per almeno un anno come da disciplinare: un ritorno salutato dal grande successo riscosso al Concorso della Fiera di Puegnago, che ha premiato oltre il 90% dei campioni presentati.

Puegnago fiera

Il Valtenesi Doc compie un anno e si propone con la vendemmia 2012: un ritorno particolarmente atteso, specie dopo il forte consenso riscosso all’ultima edizione del Concorso enologico nazionale dedicato all’autoctono Groppello ed ospitato nella tradizionale Fiera di Puegnago del Garda (Bs).

Il plauso nei confronti dei traguardi qualitativi già raggiunti dalla nuova Doc è stato unanime: la giuria di esperti ha infatti premiato ben 10 degli 11 campioni presentati per aver superato il punteggio di 85/100, considerato la soglia per ottenere il riconoscimento d’eccellenza.

Alessandro Luzzago“E’ un risultato estremamente importante, che incoraggia il lavoro che il Consorzio ha intrapreso sull’identità dei propri vini. – afferma il presidente del Consorzio Valtènesi Alessandro Luzzago – Davvero non poteva esserci premessa migliore per il ritorno del Valtenesi a un anno dal suo debutto ufficiale”. Per l’annata 2012, che come previsto dal disciplinare di produzione può essere commercializzata a partire dal primo settembre, il Valtenesi Doc – vino rosso di territorio imperniato sul vitigno Groppello  – arriva sul mercato con un quantitativo potenziale di quasi mezzo milione di bottiglie, oltre che con una superficie rivendicata lievitata a 114 ettari dai 91 dell’anno precedente: segnali di crescita per una tipologia che, affiancata al Valtenesi Chiaretto, completa il profilo di una denominazione entrata in vigore nel 2011 con l’obiettivo di conferire  ai vini di questa porzione della costa gardesana un’identità più definita e meglio comunicabile al mercato.

Vigneti-Valtenesi-300x200Come la sua versione rosata anche il Valtenesi ha nel Groppello il suo asse portante: nella tipologia infatti il vitigno deve essere presente in una quota compresa tra un minimo del 50% e il 100%, mentre gli altri vitigni sono quelli classici del territorio del Garda bresciano (come Rebo, Barbera, Marzemino e Sangiovese), con una percentuale al  massimo del 10% delle varietà internazionali.

Queste le caratteristiche principali:
 di colore rosso rubino, brillante con eventuali riflessi 
granati dati dall’invecchiamento, ha un profumo vinoso, fruttato, con lievi note speziate. In bocca è sapido, fine, equilibrato. E mentre i Valtenesi 2012 sono in degustazione nei ristoranti e nelle enoteche, nei vigneti del comprensorio è in corso la vendemmia, partita un po’ più tardi degli ultimi anni a causa di una maturazione del frutto partita lentamente in una primavera come si ricorderà piuttosto fredda. La campagna di raccolta 2013 verrà come sempre celebrata con la grande festa di “Profumi di Mosto”, l’itinerario enogastronomico nelle cantine in programma per il prossimo 13 ottobre che vedrà grande protagonista proprio il Valtenesi 2012.

 

Articoli simili

Leave a Comment