I luoghi del gusto

Mele, castagne e altre leccornie. In Alto Adige la natura si conosce anche attraverso i prodotti tipici

Vivere l’autunno in Alto Adige all’insegna dei prodotti tipici coinvolgendo anche i più piccoli è la sfida dei Familienhotels Alto Adige/Südtirol. Soprattutto quando questo diventa un’occasione preziosa per conoscere il territorio e i suoi prodotti. Le strutture specializzate nella vacanza per la famiglia e a misura di bambino avvicinano i piccoli ospiti alla cucina locale, tra castagne, mele, frittelle con marmellata di mirtilli rossi e pane fatto al mulino.

La mela è sicuramente uno dei prodotti che più contraddistinguono il territorio: su 10 mele prodotte in Europa, 1 proviene dall’Alto Adige. I numeri parlano chiaro: 8.000 sono i frutticoltori che si occupano della coltivazione della mela su una superficie di circa 18.400 ettari, 13 sono le varietà di mele IGP, ogni anno vengono raccolte circa 950.000 tonnellate, pari al 12% del raccolto europeo e al 50% del raccolto italiano (www.suedtirol.info). Come insegna il famoso detto “una mela al giorno…”, questo frutto è salutare: ricchissimo di sali minerali, contiene vitamine B e C, concentrata in particolare sulla buccia, pectina e antiossidanti, tutti elementi utili per il buon funzionamento dell’organismo.

Ecco perché una vacanza in Alto Adige deve comprendere anche l’assaggio di questo prelibato frutto. Il Familienapparthotel Heidi**** di Rablà-Parcines mette ogni giorno a disposizione degli ospiti un “Tavolo delle mele” con succose mele di coltivazione locale. L’iniziativa rientra nel pacchettoAutunno dorato”, valido fino al 19 ottobre 2013, comprensivo di 7 pernottamenti in bilocale, un invito a colazione, un’escursione autunnale guidata per tutta la famiglia. Il tutto a partire da 895 euro per 2 adulti e 1 bambino (www.familienhotels.com/heidi).

Un prodotto tipicamente autunnale è la castagna, diffusa soprattutto nei boschi di montagna. Più ancora che per il suo gusto, i bambini sono affascinati dal suo aspetto: un piccolo gioiello racchiuso in un riccio. La raccolta delle castagne diventa un’ottima occasione per una passeggiata nel bosco, a contatto con la natura, per conoscere il castagno, osservare il colore del tronco e la forma delle sue foglie, sentire con le proprie mani il  riccio spinoso e aprirlo per vedere da vicino come protegge il suo frutto. È il caso ad esempio del sentiero del castagno “Keschtnweg”: un percorso che si snoda tra i castagneti della Valle Isarco da Bressanone fino all’altipiano del Renon.

Nei pressi del sentiero, a Luson, si trova il Familienhotel Sonnwies**** che propone dal 19 al 25 ottobre 2013 la “Settimana di risparmio per la famiglia” con: 7 pernottamenti in pensione completa, 1 escursione sull’Alpe per tutta la famiglia, 1 regalino per i bambini, animazione per i bambini con i Club Esplora Natura, 1 guida escursionistica della regione. Il tutto a partire da 1445 euro per 2 adulti e 1 bambino fino a 3 anni (www.familienhotels.com/sonnwies).

Castagne anche al Familienwellness Residence & Hotel Tyrol**** di Naturno che organizza fino al 2 novembre 2013 la “Settimana Autunno magico” con: 7 pernottamenti, Miniclub per bambini da 2 anni aperto tutti i giorni, programma di animazione per ragazzi da 12 anni, 1 serata “törggelen” in un tipico maso, 1 “giorno della castagna” organizzato dal Miniclub. Costo a partire da 1075 euro per 2 adulti e 1 bambino (www.familienhotels.com/tyrol).

Vedere il funzionamento di un antico mulino tirolese, dalla macina del grano all’impasto per il pane. Da spettatori a protagonisti, i bambini preparano piccoli pani dalle svariate forme da cuocere nel forno all’aperto. Una vera e propria “festa del pane” che si conclude con l’assaggio di speck, formaggio e, per i genitori, di vino altoatesino. È questa la proposta culinaria del Family Resort Rainer ****S di Sesto. Dal 2 al 6 ottobre 2013 il pacchetto “Mulino tirolese & fare il pane” comprende: 4 pernottamenti in mezza pensione, pomeriggio all’antico mulino tirolese per macinare il grano e cuocere il pane nel tradizionale forno tirolese, con spuntino di speck, formaggio, vino e pane. Costo a partire da 720 euro per 2 adulti e 2 bambini fino ai 6 anni (www.familienhotels.com/rainer).

Le frittelle con la marmellata di mirtilli rossi sono un dolce tipico dell’Alto Adige: si chiamano Kaiserschmarrnessen, hanno un ripieno di marmellata ai mirtilli rossi, una vera delizia! Il Familienhotel Alpenhof**** di Rio di Pusteria propone un’escursione guidata per tutta la famiglia in malga proprio per assaggiare anche questo piatto tradizionale. Il pacchetto “Variopinte giornate d’autunno” è valido dal 19 ottobre al 3 novembre 2013 e, oltre alla passeggiata in malga, comprende: 7 pernottamenti al prezzo di 6 in appartamento familiare, trattamento di mezza pensione, 30 ore di servizio babysitting e 70 ore di animazione per bambini per settimana, il tutto a partire da 1164 euro per 2 adulti e 1 bambino (www.familienhotels.com/alpenhof).

Nel sito dei Familienhotels Alto Adige/Südtirol http://www.familienhotels.com/offerte si possono trovare tutte le altre offerte per l’autunno 2013.

Info: Familienhotels Alto Adige/Südtirol, tel. 0471 999 990 – www.familienhotels.com

Articoli simili

Leave a Comment