I luoghi del bere News

VERMENTINO DI MONTEVERRO

 Vermentino 2012

 La prima volta del Vermentino di Monteverro


Monteverro è conosciuta principalmente per i suoi vini di grande struttura: vini importanti che esprimono le potenzialità della terra di Capalbio. Ecco la novità del 2013: Monteverro propone un vino bianco che della cultura di quella terra è da tempo interprete: un Vermentino annata 2012 di grande piacevolezza, pulito nello stile e raffinato nel gusto, semplice ma di altissimo livello.

A Monteverro si è pensato a un prodotto ideale per l’estate, leggero e non complicato, dalla struttura delicata e l’aroma fruttato. La vinificazione soft che a Monteverro è stata privilegiata rispetta la struttura delle uve, i passaggi di cantina sono come sempre accurati e studiati nel rispetto delle caratteristiche delle uve per cui niente barrique che coprirebbe il frutto. Risultato: un Vermentino perfetto interprete del sud della Maremma.

Monteverro nasce nel 2003 per opera di Georg Weber, giovane imprenditore bavarese che ha scelto Capalbio, estremo sud della Maremma toscana, come sua seconda patria. La proprietà interessa in tutto 50 ettari di cui 25 destinati a vigneto. Come varietà sono presenti Chardonnay, Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc, Syrah, Grenache e Petit Verdot.

Al top della produzione si colloca Monteverro, il vino che a partire dalla vendemmia 2010 sarà dotato del Bubble TagTM. Stesso uvaggio ma con uve provenienti da parcelle diverse distingue Terra di Monteverro, al Tinata sono destinate uve Syrah e Grenache. I due bianchi dell’azienda sono infine l’importante Chardonnay in purezza e, nel segno del territorio, il Vermentino.

A completamento della gamma, infine, la Grappa di Monteverro da vinacce di uve Merlot, Cabernet Sauvignon e Cabernet Franc, ottenuta con il tradizionale sistema della distillazione discontinua.

Articoli simili

Leave a Comment