I luoghi del bere

OTELLO ROSE’, le bollicine rosa italiane piu’ buone del mondo

OTELLO ROSE', le bollicine rosa italiane piu' buone del mondo

Otello Rosé, le bollicine rosa italiane più buone del mondo.Una giuria composta da produttori, tecnici, distributori e buyer guidata da sei leader di settore ha assegnato il titolo iridato al Lambrusco parmense

A decretarlo l’International Wine Challenge, la più prestigiosa competizione enologica made in UK, dove Cantine Ceci ha conquistato un intero podio con ben sette riconoscimenti fra Oro, Argento, Bronzo e menzioni

 Le bollicine rosé più buone del mondo arrivano da Parma!

Otello Rosé di Cantine Ceci conquista infatti il Regno Unito e vince l’Oro come bollicine rosé italiane più buone del mondo, all’International Wine Challenge.

Un intero podio quello attribuito alle Cantine Ceci nella più prestigiosa competizione enologica internazionale, con ben sette riconoscimenti assegnati dalla severa giuria composta da produttori, tecnici, distributori e buyer e guidata da sei leader di settore.


I vini dell’azienda parmense hanno davvero conquistato i giudici che hanno assegnato oltre alla Medaglia d’Oro a Otello Rosé, la Medaglia d’Argento a Terre Verdiane Lambrusco Amabile, la Medaglia di Bronzo a Otello Nero di Lambrusco e Terre Verdiane Lambrusco, e la Menzione a Desdemona, Otellon’Ice Rosso e Otellon’Ice Silver.


“La vittoria del nostro Otello Rosé – afferma Alessandro Ceci – è la dimostrazione che gli spumanti italiani stanno finalmente avendo una rivalsa a livello internazionale”. Fortissima infatti la concorrenza all’IWC con migliaia di etichette in concorso da tutto il mondo, e soprattutto dalla Francia, patria delle bollicine per tradizione.

 

Un 2013 molto promettente per le Cantine Ceci e soprattutto per il loro amato Rosé che sta ottenendo un successo dietro l’altro in Italia e all’estero. Oltre all’Oro dell’IWC, Otello Rosé è stato anche decretato “Sparkling Star” nel concorso promosso da Vini Buoni d’Italia.

 

www.lambrusco.it

Articoli simili

Leave a Comment