I luoghi del bere I luoghi del gusto

Sabati enogastronomici al Ristorante Santa Elisabetta di Firenze

Sabati enogastronomici al Ristorante Santa Elisabetta di Firenze

Continuano gli appuntamenti del fine settimana al Ristorante Santa Elisabetta dell’Hotel Brunelleschi: protagonisti di aprile i vini toscani di Tenute Folonari e Villa Poggio Salvi in abbinamento menu speciali 

Il Ristorante Santa Elisabetta
Eccoci all’appuntamento dei ‘sabati enogastronomici’ presso il Ristorante Santa Elisabetta dell’Hotel Brunelleschi nel cuore di Firenze: tutti i sabati di aprile si degusteranno menu pensati per l’occasione comprendenti piatti fuori carta, in abbinamento a vini di importanti aziende agricole. Menu ed abbinamenti enologici sono firmati dallo Chef Simone Bertaccini e dal Maître Daniele Caldera. 

I sabati enogastronomici del mese di aprile:

  • Sabato 6 e 13 aprile, in collaborazione con Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari.
  • Sabato 20 e 27 aprile, in collaborazione con l’Azienda Villa Poggio Salvi.

Sabato 6 e 13 aprile, a partire dalle ore 19.30, in collaborazione con Tenute Ambrogio e Giovanni Folonari.
Per iniziare con delle bollicine: Bocconcini di mozzarella in tempura; Salsa al basilico e crema di pomodoro.
Il menù degustazione:

Petali di Chianina marinata alle erbe; Cous-cous di verdure.
Risotto mantecato al Camembert; Stracotto di manzo al vino rosso.
Petto d’anatra laccato all’arancia; Patate e cipolle al sale.
Mousse di mascarpone e gianduia; Salsa alle nocciole.

 Saranno serviti in abbinamento i vini Tenute Folonari:

  • Cabreo La Pietra: 100% Chardonnay.
  • Campo al mare Bolgheri Rosso DOC: 60% Merlot, 20% Cabernet Sauvignon, 15% Cabernet Franc, 5% Petit Verdot.
  • Cabreo Il Borgo IGT: 70% Sangiovese, 30% Cabernet Sauvignon.
  • Vin Santo Chianti Classico DOC: 50% Trebbiano, 50% Malvasia.

 Prezzo dei Menu: Euro 59,00 a persona, inclusi vini in abbinamento, acqua minerale, Caffè Espresso.

L’Azienda Tenute Folonari
Azienda a conduzione  familiare situata a Greve in Chianti, nel cuore del Chianti classico. La Famiglia Folonari opera nel settore vitivinicolo sin dalla fine del 1700. Nel 1825 l’attività familiare diventò la ‘Fratelli Folonari’ azienda interamente di proprietà con la missione di sviluppare, produrre e distribuire i migliori vini italiani nel mondo. La “Ambrogio e Giovanni Folonari Tenute” nasce nel  2000 da alcune delle migliori proprietà agricole familiari situate in zone a più alta vocazione vitivinicola della Toscana.

Alcune delle tenute producono altre tipiche specialità come il Vinsanto, in particolare quello di Nozzole, l’olio extra vergine di oliva, come quello fruttato di Nozzole, quello morbido de La Fuga e quello armonico di Campo al Mare. Utilizzando le migliori vinacce si ottengono le raffinate grappe di Pareto, Cabreo, Torcalvano, Le Due Sorelle e Spalletti. A completamento di questa rappresentativa gamma sono stati selezionati vini, distillati e specialità alimentari per una eno-gastronomia di eccellenza.
Sabato 20 e 27 aprile 2013, a partire dalle ore 19.30, in collaborazione con l’Azienda Villa Poggio Salvi.

Per iniziare con delle bollicine: Polenta croccante e mousse di lardo della Garfagnana.
Il menù degustazione:

Straccetti di coniglio in olio d’oliva; Rostii di patate e pesto di pomodori secchi.
Pappardelle all’uovo mantecate; Ragù di capriolo.
Bocconcini di manzo saltati in salsa al vino rosso; Patate gratinate.
Schiacciata fiorentina; Gelato alla vaniglia.

 Saranno serviti in abbinamento i vini:

  • Caspagnolo, Chianti Colli Senesi D.o.c.g.: 90% Sangiovese, 10% Merlot.
  • Rosso di Montalcino D.o.c.: 100% Sangiovese.
  • Brunello di Montalcino D.o.c.g.: 100% Sangiovese.
  • Aurico – Moscadello di Montalcino D.o.c.g.: 100% Moscato Bianco.

Prezzo dei Menu: Euro 59,00 a persona, inclusi vini in abbinamento, acqua minerale, Caffè Espresso.
L’Azienda Villa Poggio Salvi
La filosofia di Villa Poggio Salvi, Azienda vinicola di Montalcino, è: Vini tradizionali prodotti con sistemi moderni. Villa Poggio Salvi per struttura e modernità è un’azienda che guarda al futuro rispettando il passato, condotta con passione e competenza da Pierluigi Tagliabue e dal nipote Enologo Luca Belingardi, basandosi sulla semplice eleganza del Sangiovese Grosso affinato in botti di rovere di grande capacità come da storica tradizione. Villa Poggio Salvi deve il suo nome alla felice posizione sul versante Sud di Montalcino che guarda il mare Tirreno. Poggio Salvi, appunto, il “Poggio della Salute” in quanto considerato da sempre zona salubre e pura, dove già nei secoli scorsi la gente trovava rifugio per allontanarsi dalle zone più insalubri infestate da malattie. L’aria pulita, i profumi che arrivano dai folti boschi di lecci che circondano l’Azienda e dalla macchia mediterranea, hanno attirato qui, fin dall’antichità le genti che provenivano dalla Maremma. Negli Archivi Storici del Comune di Montalcino questo luogo era noto già nel 1500 per vini che andavano ad arricchire le mense dei personaggi più prestigiosi.

L’Hotel Brunelleschi di Firenze e i suoi ristoranti: il Ristorante Santa Elisabetta e l’Osteria della Pagliazza
Situato in un’armoniosa piazzetta nel centro storico fiorentino, su Via de’ Calzaiuoli, a pochi passi dal Duomo, Palazzo della Signoria e Galleria degli Uffizi, l’hotel è attorniato dalle vie dello shopping e i musei più famosi della città. Dal punto di vista architettonico l’Hotel Bunelleschi spicca per una particolarità: l’edificio ingloba nella facciata una torre circolare bizantina del VI secolo e una chiesa medievale, interamente ristrutturate nel rispetto delle caratteristiche originali. All’interno, un museo privato conserva reperti rinvenuti durante il restauro della Torre e un calidarium di origine romana, oggi incastonato nelle fondamenta. L’Hotel Brunelleschi fa parte degli Esercizi Storici Fiorentini.

L’albergo è stato rinnovato recentemente in uno stile classico contemporaneo estremamente elegante, dove predominano i colori chiari e il grigio della tipica pietra serena.
Il Ristorante Santa Elisabetta è il ristorante gourmet dell’hotel e si pone come uno degli indirizzi gastronomici più interessanti su Firenze. Situato in una sala intima con solo 7 tavoli al primo piano della torre bizantina facente parte dell’hotel, alla location invidiabile aggiunge un’atmosfera ricercata e la cucina dello chef Simone Bertaccini.
La carta dei vini è ideata e curata dal maître Daniele Caldera, Restaurant Manager dell’Hotel, attento nel proporre i vini giusti in abbinamento alle portate.
La più informale “Osteria della Pagliazza” apre tutti i giorni dalle 12.30 alle 22.30. Situata al pianterreno dell’hotel, ha tavoli all’aperto sulla suggestiva piazzetta antistante l’albergo, e propone un menu sfizioso di piatti dichiaratamente a base di ingredienti del territorio. Immancabili piatti simbolo della Toscana quali: la Panzanella di pane e verdure, la Ribollita di cavolo nero e pane, la Minestra di ceci, lenticchie e pasta, la Zuppa di farro e fagioli alla lucchese, le Tagliatelle all’uovo con ragù di carne, il Coniglio alla cacciatora, Salumi e formaggi accompagnati da focacce, miele e marmellate…fino a piatti più insoliti come le Crocchette di cous cous e verdure con insalata di valeriana e noci o l’Insalata tiepida di trippa, verdure croccanti e salsa verde.

Hotel Brunelleschi
Via de’ Calzaiuoli – Piazza Santa Elisabetta 3 – 50122 Firenze
 Tel. 055/27370 www.hotelbrunelleschi.it

Articoli simili

Leave a Comment