News

Conclusa la settima edizione del Premio Eno-Letterario Santa Margherita. Ufficializzati i vincitori

In una piacevole serata all’insegna della cultura e dell’enogastronomia, nella prestigiosa cornice del Four Seasons Hotel di Milano, sono stati proclamati i tre vincitori della settima edizione del Premio Eno-Letterario Santa Margherita, realizzato in collaborazione con Librerie Feltrinelli.

La giuria, composta da personaggi di rilevanza nazionale, ha selezionato i primi tre racconti, tra gli oltre mille pervenuti.
Con questi numeri il Premio si conferma un appuntamento importante per scrittori emergenti che, grazie a questa iniziativa culturale, realizzano il sogno di editare un bestseller, in oltre 300.000 copie.
I racconti andranno infatti allegati, come retroetichette, alle bottiglie Santa Margherita Pinot Grigio Valdadige D.O.C., Chardonnay Trentino D.O.C. e Müller Thurgau Frizzante Vigneti delle Dolomiti I.G.T. che verranno spedite in tutto il mondo.Ecco i vincitori:
Alessandro Di Mase 1° classificato con il racconto “Criminal Wine” – Nato a Milano nel 1960, sposato, una figlia adolescente, è laureato in ingegneria. Ha vissuto, oltre che in Italia, in Belgio, in Francia ed in Turchia ed ha lavorato in diversi altri paesi europei. Ha una vera passione per il mare e per le immersioni subacquee. Non parte mai per uno dei tanti viaggi senza una buona scorta di libri. I suoi interessi letterari sono mutevoli. Ama i vini, senza essere un vero intenditore, e la cucina, di cui cerca costantemente buoni esempi durante i propri viaggi, specialmente in quei ristoranti che hanno solide ed antiche tradizioni.
Silvia Cerioli    2° classificato con il racconto “Il pranzo di Marcella” – Nasce a Roma nel ’67, dopo la laurea in Scienze Politiche, si dedica al giornalismo, specializzandosi in temi economici e sindacali. Dal 2007 cura l’ufficio stampa di alcune associazioni di categoria. Vive a Roma con il marito Paolo, il suo “tifoso” letterario più accanito.
Barbara Gramegna 3° classificato con il racconto “O tempùra! O mures!” – Nasce a Bolzano dove lavora come insegnate di lingua tedesca.
Con l’avvento di internet comincia a rendere pubblici i suoi lavori letterari. La Rivista Orizzonti di Aletti Editore sceglie nel novembre 2009 Di che sostanza per il concorso Parole in Fuga e seleziona Giudecca per il concorso il Tiburtino. Nel 2008 Minishorts, una raccolta di racconti brevi. Attualmente collabora con le riviste online Fillide, Franz Magazine, La Valsugana, con il blog Womenoclock e al progetto di fiction letteraria collettiva Miló 7.

Santa Margherita prosegue anche quest’anno la sua opera di sensibilizzazione del mondo enogastronomico abbinato alla cultura, allo scrivere e al leggere, che ha già’ coinvolto negli anni migliaia di appassionati.

Articoli simili

Anicav e Ricrea promuovono il nuovo logo Metal Recycles Forever

Da MD un anno di cucina stellata con Gennaro Esposito

redazione1

ASSOBIBE sull’impegno di Categoria annunciato oggi da UNESDA a livello europeo per la riduzione zucchero (-10% al 2020)

redazione1

Leave a Comment