Food

OTTAVIA: la pizza senza glutine piu’ grande del mondo

Il prossimo 13 dicembre, i “Record Pizza Men” di NIPfood tenteranno di entrare nel Guinness World Records realizzando la pizza senza glutine più grande del mondo alla Fiera di Roma, in occasione di Arti & Mestieri Expo.

Main sponsor di OTTAVIA Schär e DS – gluten free, che metteranno a disposizione 9.000 kg di farina senza glutine, NIPfood e Fiera di Roma

 Si chiamerà “OTTAVIA”, la pizza tonda senza glutine più grande del mondo. Il prossimo 13 dicembre i Record Pizza Mendi NIPfood, tenteranno il Guinness World Record con una pizza di 40 metri di diametro, realizzata al 100% gluten free con oltre 9.000 kg di farina senza glutine forniti da Schär e DS – gluten free, main sponsor dell’iniziativa, brand del gruppo Dr. Schär, leader nel mercato europeo del senza glutine.

Numeri da primato, produzione da record e un team da guinness agguerritissimo. Oltre 48 saranno le ore ininterrotte di lavoro per la realizzazione di OTTAVIA che impegneranno i 5 chef di NIPfood, specializzati in panificazione, pasticceria e pizzeria senza glutine. OTTAVIA verrà realizzata ed esposta il giorno 13 dicembre all’interno del Padiglione 12 della nuova Fiera di Roma, dedicato all’evento, in concomitanza della giornata inaugurale della manifestazione fieristica Arti & Mestieri Expo.

 Il team dei “Record Pizza Men, che riprende il nome del sito internet dedicato all’iniziativa www.recordpizzamen.it è composto da Dovilio Nardi ideatore dell’evento, sostenitore e progettista insieme ad Andrea Mannocchi di tutto il sistema produttivo di OTTAVIA, dai due giovani Matteo e Marco Nardi, che hanno studiato la ricetta speciale, l’impasto e la lievitazione e da Matteo Giannotte che contribuirà in Fiera alla produzione della grande pizza.

Il record da battere sarà quello stabilito nel 1990 in Sudafrica dall’ipermercato Norwood Pick’n Pay. Secondo il Guinness Book of Records, la pizza – quella era con glutine – aveva un diametro di 37.4 metri ed era stata prodotta utilizzando 4.500 kg di farina.

 

Perché un guinness con la pizza, perché OTTAVIA e soprattutto perché senza glutine?

Dovilio Nardi spiega: “La pizza, piatto ambasciatore della cucina made in Italy in tutto il mondo, ha origini molto antiche con oltre tremila anni di storia. Già nell’antico Egitto era usanza celebrare il compleanno del Faraone, mangiando una “schiacciata di farina” condita con erbe aromatiche.

“OTTAVIA”, nome di origine romana, significa “Ottavo figlio” ed è un omaggio al primo imperatore romano Ottaviano Augusto, simbolo di una svolta epocale nella storia di Roma, e dell’ingresso in un periodo di grande fermento economico e culturale: per questa ragione OTTAVIA si candida ad essere emblema di buon auspicio per la ripresa di tutti i Paesi. Inoltre l’8 rovesciato è simbolo dell’infinito, come infinito è questo progetto da Guinness dei primati creato da NIPfood”.

OTTAVIA sarà senza glutine per ricordare e sottolineare come le diagnosi di celiachia, l’intolleranza alimentare al glutine più frequente a livello mondiale, siano in continuo aumento. Secondo i recenti dati contenuti nella relazione 2011 del Ministero della Salute diffusi in questi giorni, in Italia, ad oggi i celiaci diagnosticati risultano 135.800, troppo pochi però rispetto al numero di celiaci presumibilmente presenti, se si considera che questa patologia ha una prevalenza stimata dell’1%.

In Italia quindi potrebbero essere circa 600mila i celiaci sfuggiti alla diagnosi ma esposti al rischio di complicanze. In questi ultimi due anni, gli esperti oltre alla celiachia, associano al senza glutine anche una nuova patologia: la sensibilità al glutine. Per quanto non siano ancora disponibili indagini ad ampio respiro nella popolazione generale, sembra che questa nuova condizione sia di gran lunga più frequente rispetto alla celiachia. La sensibilità al glutine è caratterizzata da sintomi simili a quelli della celiachia e dell’allergia al grano, dà generalmente esito ad esami negativi per queste due patologie e si configura come una situazione transitoria che si può risolvere semplicemente adottando una dieta senza glutine.

… Per scoprire tutti i dettagli del progetto OTTAVIA, le tecniche di lavorazione, i quantitativi degli ingredienti utilizzati per la sua produzione, la capacità e i tempi di impasto e precottura, assistere al tentativo di battere il Guinness Word Record alla presenza di giudici ufficiali… al successivo taglio della pizza più grande del mondo senza glutine e somministrazione al pubblico, l’appuntamento è per giovedì 13 dicembre alle ore 16.30 nel Padiglione 12 della Nuova Fiera di Roma – Via Portuense n. 1645

La parte della pizza che non verrà somministrata, verrà consegnata direttamente alla Fondazione Banco Alimentare, che provvederà a distribuirla direttamente alle Associazioni che usufruiranno dei preziosi servizi offerti dalla stessa.

I PARTNER DI OTTAVIA

NIPfood è un’Azienda di Consulenza, formazione e servizi per il settore Ho.Re.ca. da oltre 20 anni.  Dovilio Nardi è l’amministratore, NIPfood studia progetti per lo sviluppo economico di Aziende nel settore alimentare e tecnologico. Tutti i dirigenti ed operatori di NIPfood sono specializzati in Panificazione, Pizzeria, Pasticceria e Cucina convenzionale, senza glutine, biologica e alternativa.

Numerosi sono i progetti ed i servizi che NIPfood ha studiato per le migliori Aziende ed industrie. Numerosi sono i locali pubblici formati e presenti nel mercato nazionale ed internazionale.

NIPfood è partner di Dr. Schär per i DS Pizza Point, una  catena di ristoranti e pizzerie che offrono menù completi senza glutine, occupandosi fin dall’inizio del progetto della formazione professionale. NIPfood ha diversi marchi per ogni canale di mercato: www.nipfood.comwww.recordpizzamen.it  – www.sglabforli.it. L’ultimo progetto e marchio nato è proprio “recordpizzamen”, con l’obiettivo di creare attività innovative e spettacolari in rappresentanza dei prodotti italiani, ma in particolare per promuovere il mondo del gluten-free.   

FIERAROMA srl opera come società di gestione dell’attività fieristico-congressuale a Roma con socio unico Investimenti Spa (già Fiera di Roma Spa), holding immobiliare cui fanno capo le strutture espositive del nuovo polo fieristico sulla direttrice Roma-Fiumicino.

Importante realtà economica della Capitale da oltre 60 anni, è nel 2006 che inizia una fase completamente nuova della propria storia, con il trasferimento nel grande polo espositivo collocato fra la città e l’Aeroporto Internazionale “Leonardo da Vinci”, in una posizione strategica che, unita alla modernità e versatilità degli spazi ora a disposizione, fa di Roma una delle principali piazze espositive italiane ed europee.

Con una superficie lorda di 150.000 mq., il nuovo polo è stato progettato dall’architetto Tommaso Valle in una prospettiva mediterranea, con il ruolo di “ponte” fra Occidente e Oriente ed è caratterizzato da modernissime infrastrutture dotate di eccezionali potenzialità espositive.

FIERAROMA è presieduta dal febbraio 2011 da Mauro Mannocchi, Presidente di Confartigianato Imprese Roma.

 ARTI & MESTIER EXPO La manifestazione, che si svolgerà dal 13 al 16 Dicembre 2012 presso il polo fieristico della Capitale, ha come scopo principale quello di difendere le produzioni artigianali italiane di qualità, selezionando, tra le tante, le aziende che ancor oggi continuano a mantenere, attraverso una innovazione continua, il livello di eccellenza che ha portato alla loro affermazione nel mondo. Inoltre, grazie ai numerosi eventi ed alle interessanti iniziative che animano i quattro giorni di fiera si cerca di valorizzare il lavoro degli artigiani e le produzioni dandone il più possibile risalto, affinché non scompaiano”. Così esordisce Antonio Bruzzone, Direttore Commerciale Fiera Roma. Ed è proprio questo, lo scopo principale che ogni anno anima l’organizzazione di questo atteso evento che vede la partecipazione di circa 350 aziende regionali e non che metteranno “in vetrina” i lori prodotti.

Nell’era della globalizzazione dove tutto è standardizzato Arti & Mestieri Expo offre la possibilità ai suoi visitatori di trovare e acquistare oggetti unici inusuali e preziosi prodotti dalle mani esperte di qualche sapiente artigiano. Per questo motivo alla base di tutto c’è una attenta selezione che vede impegnato lo staff di Fiera Roma. “È sempre più difficile oggi trovare realtà che ancora producano come una volta rispettando alti standard qualitativi che rendano unici i loro manufatti, per questo motivo facciamo una vera e propria caccia al tesoro per trovare queste eccellenze ed anche quest’anno sono sicura che non deluderemo gli oltre 60.000 visitatori che ogni anno da sette anni ci visitano”, commenta Gerarda Rondinelli exhibition manager della manifestazione.

Con il patrocinio di Roma Capitale, di particolare rilevanza le partecipazioni curate rispettivamente dal Sistema delle Camere di Commercio del Lazio, dalla Regione Lazio, da CNA Roma e Confartigianato Roma che anche quest’anno sostengono il progetto di Arti & Mestieri Expo con collettive di artigiani provenienti da tutto il territorio e con progetti speciali. Sempre più rilevante e massiccia la presenza del Sistema delle Camere di Commercio del Lazio che, per la prima volta in questa edizione, sostiene il progetto di Arti & Mestieri Expo oltre che con collettive di artigianato anche con una forte presenza di aziende del comparto enogastronomico provenienti da tutto il territorio, saranno circa 200 le imprese coinvolte.

DR. SCHÄR, azienda all’avanguardia con oltre 30 anni di storia, leader in Italia e in Europa nel comparto degli alimenti senza glutine, è sponsor di Ottavia con i due brand Schär e DS – Gluten free.

Dr. Schär nasce negli anni Venti, ma compie una svolta radiale nel 1981 sotto la guida dell’attuale presidente, Ulrich Ladurner, che la riorganizza profondamente facendola divenire, in pochi decenni, il competitor più avanzato nel suo comparto. Oggi l’azienda che ha sede a Postal (BZ), vanta un fatturato di oltre 176 milioni di euro, 515 dipendenti e sedi in Germania, Inghilterra, Spagna e Usa. In Europa la sua quota di mercato si aggira, a seconda dei Paesi, mediamente tra il 35 e il 40 per cento. In Italia la leadership del gruppo è ancora più accentuata coprendo il 45% del gluten free attraverso i due canali di riferimento: la farmacia con il marchio Schär e la GD con il marchio DS – gluten free. Schär, marchio storico del Gruppo per il canale farmacia, è sempre vicino al celiaco, a partire dalla diagnosi, con un ampio assortimento di prodotti e con servizi dedicati al consumatore: www.schaer.com.

DS – gluten free è il marchio di riferimento per il canale GD. Sicurezza, praticità, gusto, varietà e una distribuzione capillare nei maggiori super e ipermercati sono gli elementi distintivi dell’ampia gamma di prodotti DS, che contribuiscono a rendere l’alimentazione dei celiaci e di chi è sensibile al glutine meno problematica e più piacevole: www.glutensensitive.net.

Tra le iniziative vanno segnalati il Dr. Schär Foodservice, che risponde alle diverse esigenze del canale fuoricasa, sia in  Italia che all’estero, attraverso un’ampia gamma di prodotti e servizi e il DS Pizza Point, network di oltre 420 ristoranti e pizzerie che offrono menù completi senza glutine, progetto attivo già dal 2004 che vede come partner per la formazione proprio la NIPfood. Da non dimenticare il portale www.glutenfreeroads, una community dedicata ai viaggi, che consente di pianificare il proprio itinerario considerando hotel, ristoranti e negozi in cui vengono offerti prodotti gluten free.

Tra i partner tecnici, Cirio e Francia Latticini, che forniranno il pomodoro e la mozzarella per la farcitura di OTTAVIA.

foto by Google

Articoli simili

Leave a Comment