I luoghi del gusto Il mondo del bere

Illasi Valleys, bellissima terra

Questo è Valleys, l’ospitalità italiana d’eccellenza Alpi

Porta d’ingresso dell’inestimabile patrimonio naturale delle Alpi, le Prealpi Venete sono un territorio affascinante, ricco di sorprese, alla pari delle più imponenti vette che stanno alle spalle e che degradando in dolci pianure formano i Monti Lessini.

Lessinia è il termine più comune conosciuto per questa “terra usata e preparata per i pascoli”, come è stata da sempre definita nei documenti storici. Una terra dove gli scenari che la natura sa regalare e l’amore per la montagna sono impreziosite da un’umanità fatta di cose semplici, ma genuine.

Le Prealpi Venete non sono solo un monumento naturale inestimabile, sono un mosaico di umanità, natura e storia.

Ali e radici

La terra delle valli d’Illasi è ricca di storia e ha radici culturali lontanissime nel tempo.
Ci vorrebbero delle grandi ali per volare nel tempo perchè questa è una storia che inizia da lontano.

La testimonianza umana più antica della Lessinia è l’amigdala litica acheuleana di Lughezzano, un’ascia preistorica di selce a forma di mandorla, risalente ad un’età compresa tra i 300.000 ed i 150.000 anni fa.
Da allora i territori della Prealpi si sono popolati di tracce della presenza umana, si sono susseguite popolazioni, cambiamenti epocali, fino all’arrivo dei Cimbri, che ha segnato inequivocabilmente la storia della zona. Popolo di coloni che, dalle lontane Baviera e Tirolo, si stanziarono sui Monti Lessini Veronesi a partire, secondo le ipotesi storiche più accreditate, dal 1287. Le verdi distese delle valli sono disseminate di contrade che recano i resti di questa popolazione, malghe e antiche vie dei pascoli. Le vallate di Mezzane e Illasi hanno raccolto le milizie romane provenienti dalle campagne di
Gallia e ancora oggi sono ricche di testimonianze e reperti di quei tempi. Le popolazioni celtiche delle valli avevano chiamato I Latii i soldati romani e le loro famiglie e da lì nasce il nome Illasi appunto.

Dolce Vita

Ogni terra racconta una storia e questa storia è fatti di testimonianze tangibili che hanno superato la forza del tempo e hanno continuato a popolare la vita quotidiana delle genti che in questi territori vi hanno vissuto.

Le valli d’Illasi recano i segni di un patrimonio di colonne e cippi stradali romani, castelli di epoca medioevale, pievi e cappelle storiche, ville rinascimentali e giardini. Ognuno di essi è la voce di un’epoca, ma anche di tante epoche insieme, quelle che questo monumento ha vissuto, portando con sé la storia di un popolo e delle sue tradizioni per farle conoscere al mondo di oggi, di ieri e di domani.

Tradizione culinaria
Cultura, tradizioni, storia e arte culinaria.

Gusti e sapori di un territorio come quello dell’Illasi Valleys che spazia
dalla tradizione olearia alla vasta selezione di vini eccellenti, tra i più conosciuti nel mondo: sono le valli dell’Amarone della Valpolicella, dove
le uve poggiano sui più alti vigneti della denominazione, una viticoltura estrema fino a 600 metri di altitudine. Illasi Valleys è culla di formaggi antichissimi come il Monte Veronese, arrivato fino a noi grazie a sapienti casari, che impreziosiscono di sapori sempre nuovi i nostri piatti. Un’ampia scelta di frutti, come le ciliege e le castagne, tra cui il rinomato marrone di San Mauro. Erbe aromatiche montane con cui preparare preziosi liquori e distillati, salumi e prodotti di malga completano il quadro enogastronomico dei sapori dell’Illasi Valleys.

Aziende agricole e cucina

L’olio e il vino sono da sempre fiori all’occhiello della produzione del territorio delle valli di Illasi. Numerose aziende agricole fanno parte del comprensorio, trenta di queste hanno aderito finora alla rete di Illasi Valleys. Scenografici vigneti coltivati sulle terre di marna donano raccolti che danno i più pregiati vini Valpolicella: Superiore, Ripasso, Amarone e Recioto. Più

a sud nelle vallate e le prime colline si trovano i vigneti di Garganega per
la produzione di pregiati vini Soave. Alcune di queste aziende producono anche un ricco e colorato olio di oliva extravergine che dona un ottimo sapore ai nostri piatti. Nella parte più alta delle colline infatti, sui terreni più impervi con terrazzamenti angusti, è in uso da parecchi anni la coltivazione dell’olivo delle tipologie autoctone Grignano e Favarol e di quelle tipiche nazionali Frantoio, Leccino e Moraiolo. Il Frantoio Bonamini offre inoltre una splendida panoramica sulla realtà olearia attraverso il Museo dell’Olio a Illasi. I ristoranti e agriturismi del territorio, una ventina di essi aderenti al progetto, donano pregio alla migliore tradizione culinaria veronese, con piatti che sanno valorizzare al meglio i prodotti del terra.

…gusti e sapori
Vitamine e dintorni

I frutti del bosco

I prodotti del bosco e del sottobosco dominano i piatti e le ricette di Illasi Valleys: funghi e tartufi di pregio, ma anche frutti come fragole, ribes, more e lamponi.
Il caso dei Marroni

Testimonianze fossili antichissime dimostrano l’esistenza del castagno già 23 milioni di anni fa. Questo albero da frutto si può trovare solo tra i 300 e i 1200 mt di altitudine. Particolare nota merita il marrone di San Mauro, frutto di un innesto unico ed irripetibile, differenziandosi dalla castagna comune per la forma allungata, il colore più chiaro, la buccia più sottile e la polpa gustosissima. Erbe e distillati

La montagna, ricca di erbe officinali, anche ad uso medicamentoso, dona ottimi distillati. Anche per esigenze di sopravvivenza al freddo, si sono ricavati liquori di pregio come il Nocino della Lessinia, il Liquore ai frutti di bosco, quello di Asperula e Kummel, di pino mugo e miele, e molti altri.
Miele e affini
Elisir di dolcezza ma anche di vita sana da sempre, il miele è tradizione della Lessinia, dove esistono diverse realtà produttive legate all’apicoltura. Svariate tipologie di miele, di tarassaco, acacia, ciliegio, castagno, millefiori, tiglio e melata, ma anche pappa reale, polline e propoli.

Gusto

Calcio

Le molte malghe presenti sul territorio montano sono cuore pulsante dell’attività casearia delle valli d’Illasi, che dona prodotti genuini ricchi di calcio e non solo.
Il latte prodotto in queste zone si caratterizza per le proprietà organolettiche particolari conferitegli dalla grande varietà di essenze presenti nelle erbe dei pascoli. Particolare colore e sapore dunque hanno
il latte, il burro e gli yogurt prodotti. I formaggi vedono come protagonisti indiscussi il Monte Veronese DOP, il formaggio “Cimbro” e la vasta scelta di formaggi alle erbe e caprini.

Salumi

La tradizione del maiale è molto risalente nei territorio montani e non solo. Il maiale era una ricchezza culinaria per le famiglie, di cui non si buttava via niente. Oggi sono frutti di questa importante tradizione le selezioni
di soppressa, lardo, cotechino, ma anche la carne bovina e caprina, che proviene dai pascoli.

In Vino Veritas

Nel vino sta la verità di un territorio eccellenza della produzione vinicola italiana.
Illasi Valleys è espressione dei territori dell’Amarone, del Soave e Valpolicella. Garganega per il Soave e Corvina, Corvinone e Rondinella per i Valpolicella sono i vitigni che si possono più comunemente trovare su queste terre. I grandi plateaux di marna che affiorano nelle parti più alte delle colline verso Mezzane, Illasi, Tregnago e Cazzano di Tramigna sono diventate uno dei territori più pregiati dell’intera denominazione e producono vini di altissima intensità organolettica e uniscono potenza all’eleganza. Illasi Valleys è la culla di Romano Dal Forno e di altri grandi interpreti, molti di loro giovani, dotati di grande passione e di un’amore sfrenato per le loro terre.

Articoli simili

Leave a Comment