E’ Otello il n°1

E' Otello il n°1

E’ Otello il n° 1 – I titolari: “Ci sentiamo di dedicare questi premi a chi da sempre ha creduto in noi e all’Emilia Romagna, la nostra grande terra”

Il Lambrusco di Cantine Ceci domina il 20° Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly: Gran Medaglia d’Oro, Medaglia d’oro, Medaglia d’Argento e due Gran Menzioni

Incetta di premi per le Cantine Ceci alla 20° edizione del Concorso Enologico Internazionale di Vinitaly 2012. Otello spopola fra i frizzanti e l’azienda di Torrile fa l’en plein. Sono ben cinque infatti i riconoscimenti che la cantina parmense ha ottenuto nella competizione fra le più ambite a livello internazionale, coprendo un intero odio. Il Lambrusco di Ceci si conferma così fra i più apprezzati a livello internazionale, arricchendo il suo già prestigioso medagliere.

Fra gli oltre cento giurati, quarantadue tra i più qualificati giornalisti esteri del settore provenienti da tutti i continenti che hanno assegnato soltanto sedici Gran Medaglie d’Oro, diciassette Medaglie d’Oro, diciannove Medaglie d’Argento e diciotto Medaglie di Bronzo su un totale di 2.269 campioni provenienti da ventitré paesi.

Fra questi Otello Nero di Lambrusco 2011 si è aggiudicato la Gran Medaglia d’Oro, Otello Nero di Lambrusco 2012 la Medaglia d’Oro, Terre Verdiane la Medaglia d’Argento e Otello Nero di Lambrusco Igt 2011 e Otellon’Ice 2011 hanno ottenuto la Gran Menzione.

“Il 2012 è stato per noi un anno ricco di soddisfazioni, – affermano i titolari dell’azienda parmense Alessandro, Maria Paola e Maria Teresa Ceci, Chiara ed Elisa Maghenzani – decine di successi in Italia e all’estero ci hanno fatto salire sull’Olimpo dell’enologia italiana. Tutto questo grazie al nostro duro lavoro e alle scelte, spesso coraggiose, ma che ci stanno ripagando e ci rendono fieri di tutta la squadra delle Cantine Ceci. Ci sentiamo di dedicare questi premi a chi da sempre ha creduto in noi e all’Emilia Romagna, la nostra grande terra”.

www.lambrusco.it

By | 2020-06-20T07:59:22+02:00 Novembre 2012|I luoghi del bere, News|