Sushi e sashimi hanno conquistato il cuore e il palato degli italiani

 

Sushi e sashimi hanno conquistato il cuore e il palato degli italiani

Il sushi ha conquistato il cuore e il palato degli italiani. A confermare quanto molti di voi di certo avranno già constatato da diverso tempo sono stati gli esperti che si sono riuniti in occasione del seminario annuale sul salmone norvegese tenutosi a Milano, presso il Palazzo delle Stelline.

In questa splendida location è stata presentata, fra le altre, la ricerca Nielsen “Vendita del pesce al dettaglio in Italia: i trend e il comportamento dei consumatori di salmone e di sushi”, che conferma come da alcuni anni a questa parte il sushi abbia riscosso un grandissimo successo nel nostro Paese e in tutto il mondo.

Sushi e sashimi hanno conquistato il cuore e il palato degli italiani

Ma per quale ragione noi italiani andiamo matti per il sushi? Innanzitutto, è innegabile il fatto che la cultura giapponese ha un fascino accattivante, ma a giocare un ruolo importante è anche il fatto che il sushi fa parte di un tipo di alimentazione sano, leggero e genuino. In particolare, il sushi rappresenta una soluzione ideale per la pausa pranzo, poiché si tratta di un pasto completo, veloce da consumare e dal giusto apporto calorico. Fra i piatti più gettonati, oltre al sushi più classico e tradizionale, vi è anche il sashimi, che rappresenta senza alcun dubbio una delle preparazioni più richieste.

La qualità del salmone norvegese, per un sushi da veri intenditori

Sushi e sashimi hanno conquistato il cuore e il palato degli italiani

Importato dai norvegesi sin dagli anni ’80, il salmone rappresenta uno dei veri protagonisti della cucina giapponese. Le stime rivelano infatti che 1 italiano su 2 preferisce il sushi con il salmone. Tutto ciò ha fatto avanzare il mercato di questo particolare alimento, assegnando alla Norvegia il ruolo di leader indiscusso, con un 66% di valore delle vendite di salmone fresco nel mondo (+ 13% circa rispetto allo scorso anno). L’Italia rappresenta il mercato in maggiore crescita: dal 2010 al 2018 l’esportazione di salmone norvegese è aumentata del 324% in valore.

Il salmone norvegese, l’unico pesce che può essere consumato crudo senza bisogno di essere abbattuto precedentemente, è diventato il prodotto ittico principale nel mercato italiano, che nel 2018 ha fatto registrare un’importazione da record dalla Norvegia, con 62.000 tonnellate – che raggiungono oltre 100 mila tonnellate se si considerano tutti i canali di importazione di salmone norvegese – e un incremento del 18% rispetto all’anno precedente

ha fatto sapere Trym Eiden Gundersen, Direttore Italia del Norwegian Seafood Council.

Sushi e sashimi hanno conquistato il cuore e il palato degli italiani

Sushi Corner: la nuova tendenza per i Sushi lovers

Dando uno sguardo alle ultime tendenze della GDO (Grande distribuzione organizzata), scopriamo anche che il sushi-corner (vale a dire l’angolo dedicato alla preparazione del sushi, che si trova all’interno delle principali catene, nei pressi del reparto gastronomia o pescheria) è sempre più amato dai consumatori. In questi luoghi alcuni addetti preparano “live” sushi in diversi formati e gusti, anche su specifica richiesta dei clienti.

I sushi corner sono la soluzione più adatta per tutti i clienti – e sono sempre di più – che desiderano essere informati e consapevoli in merito agli aspetti qualitativi, alla provenienza e alle certificazioni dei cibi che portano in tavola.

In particolar modo, per quanto riguarda il salmone norvegese, gli esperti assicurano che ogni allevamento è tenuto sotto controllo tramite un programma di ispezioni regolari e di analisi di laboratorio che hanno lo scopo di verificare lo stato di salute e la qualità dei pesci. È inoltre possibile reperire le informazioni specifiche sul prodotto grazie a un avanzato sistema di rintracciabilità. Mediante tale sistema, potrà essere ulteriormente rafforzata la fiducia dei consumatori nei confronti degli alimenti che portano in tavola.

Foto da Pixabay

 

Print Friendly, PDF & Email
By | 2019-06-15T08:18:35+00:00 Giugno 2019|Food, News|