bannerpscout
banner-reportitalia

Cantina Terlano e il suo SensEvent Party

Cantina Terlano e il suo SensEvent Party

Cantina Terlano, realtà cooperativa dell’omonimo comune in Valle dell’Adige, è nota per l’acclarata longevità dei suoi celebri vini bianchi. Tra di essi alcuni sono senza dubbio fra i vini più prestigiosi dell’Alto Adige come il Terlano I, le Rarità rimaste per molti, molti anni sui lieviti, e fra le selezioni il Sauvignon Quartz per fare

Cantina Terlano, realtà cooperativa dell’omonimo comune in Valle dell’Adige, è nota per l’acclarata longevità dei suoi celebri vini bianchi. Tra di essi alcuni sono senza dubbio fra i vini più prestigiosi dell’Alto Adige come il Terlano I, le Rarità rimaste per molti, molti anni sui lieviti, e fra le selezioni il Sauvignon Quartz per fare un esempio.

Il SensEvent Party ha proposto agli ospiti  prelibatezze gastronomiche di Christian Pircher per il menu e di Giancarlo Perbellini, chef veneto bistellato, per il buffet dolci, in abbinamento ai vini di Terlano e Andriano. Otto cantine amiche italiane e una tedesca, denominati per l’occasione Terlano & Friends, hanno servito in assaggio loro prestigiosi vini in formato magnum. La serata si è conclusa con danze al suono di una band !

Dopo un esordio con gli champagne Legras & Haas Extra Brut, Millésime 2011 e Rosé (distribuiti da Cantina Terlano in Italia) abbinati alle ostriche Fine De Claires, in una zona della cantina dove le grandi botti erano sapientemente illuminate, la serata è proseguita con lo chef Christian Pircher che ha accolto gli ospiti con un profumato calice di benvenuto di Sauvignon Floreado 2016 della cantina Andriano, consociata di Terlano, perfetto in abbinamento al “Gambero rosso della Sicilia con mango, avocado e caviale”. A quel punto ci siamo trasferiti nell’ampia barricaia dove tavoli e sedie permettevano assaggi in modo confortevole. Il piatto successivo “Tartar di manzo con focaccia di rosmarino, burrata e acciuga
”, è stato degustato con lo Chardonnay 2016 di Terlano che esaltata la complessità dell’abbinamento e la qualità degli ingredienti. La
 “Crema di topinambur e carciofi con grissino allo speck” prevedeva la selezione di Chardonnay Kreuth 2016 , complesso nei profumi e nella mineralità che si sposava con il carciofo, reso morbido, a cui facevano da contrasto la nota decisa dello speck e il grissino.

Il piatto successivo “Cavatelli ai calamaretti, vongole e pomodori rimati”
 con un’ottima cottura della pasta, era abbinato alla riserva Pinot Bianco Vorberg 2015 di Terlano in formato magnum in un abbinamento a dire poco perfetto.

Seguiva il “Risotto di rape rosse con taleggio e tartufo”
che ho abbinato a tre vini della sezione Terlano & Friends, dove produttori amici hanno portato in degustazione grandi formati fra i quali abbiamo trovato Gaiun Martinenga Barbaresco DOCG 2013 dei Marchesi di Gresy, Serre Nuove dell’ Ornellaia 2014 e Petrolo con Galatrona 2011.

A chiudere gli assaggi Christian Pircher ha proposto il “Filetto di manzo con salsa al vino rosso e scalogno con prezzemolo e patate gratinate” che si è esaltato nella morbidezza della carme alla perfezione con il Porphyr Lagrein riserva 2012 in formato magnum.

A quel punto della serata è entrato in scena lo chef Perbellini con il suo scenografico, colorato e goloso Buffet dei dolci, che ha prima catturato il nostro sguardo e poi i nostri sensi.

Dapprima la pasticceria mignon spaziava da ben tre varianti di Bignè alla crema,
 allo zabaione
 e al cioccolato, seguiti da 
Tartelletta noci, caramello e caffè, Trancetto ricotta, pere e nocciola, Foresta nera, 
Mousse allo yogurt e mango
, al cioccolato e passion fruit, Tartelletta alla frutta
 e al gianduia, 
Pistacchio e cioccolato, 
Operà al caffè
, Zuppa inglese,
 Tiramisù, 
Cheesecake di ricotta con marmellata di fragole.

Poi i dessert in bicchierino con Mandorla e fragola, 
Pera e passione
, Cremino al gianduia
, Panna cotta rosmarino, pistacchio e lamponi, Tartelletta cioccolato bianco e caffè, Cioccolato salato, nocciola e cognac, Pistacchio e lampone
 e Amaretto mascarpone. Dal Buffet monoporzioni c’erano Esperanza, 
Ciococrok, 
Sacher, 
Bavarese nocciola e zabaione, Cheesecake da forno con marmellata di lamponi e con gelatina al passion fruit
, Idea di tiramisù in vasetto, 
Mousse allo yogurt e lamponi. Dal buffet lievitati “Dolce Locanda” Pandoro, Bovolone, Panettone, Focaccia albicocca e ai frutti di bosco. Come Dolci Espressi le Millefoglie, i Cannoncini
, il Morbido all’amaretto di Saronno e passatina di cachi, la Zuppetta alla fava tonka e mousse al cioccolato e caramello, la Spuma di mais e il suo biscotto e frutto della passione.

Un buffet fantastico al palato per quanto è stato possibile assaggiare. La serata è terminata con musiche e danze nella particolare atmosfera della cantina rendendo il Terlano SensEvent party un’esperienza sensoriale speciale nei suoi diversi momenti.

 

di Giovanna Moldenhauer

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos