bannerpscout
banner-reportitalia

Al via la nuova stagione del Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur: dedicata ai gourmand e ai cacciatori di adrenalina

Al via la nuova stagione del Grand Hotel Royal e Golf di Courmayeur: dedicata ai gourmand e ai cacciatori di adrenalina

GRAND HOTEL ROYAL E GOLF COURMAYEUR: In cucina c’è Paolo Griffa, uno degli young chef italiani più talentuosi; in albergo c’è una Spa unica e mille servizi esclusivi. E per gli sportivi, oltre alla neve, due piste di guida su ghiaccio. Le Nuovo Royal est arrivé! Il Grand Hotel Royal e Golf nel cuore di

GRAND HOTEL ROYAL E GOLF COURMAYEUR: In cucina c’è Paolo Griffa, uno degli young chef italiani più talentuosi; in albergo c’è una Spa unica e mille servizi esclusivi. E per gli sportivi, oltre alla neve, due piste di guida su ghiaccio.

Le Nuovo Royal est arrivé! Il Grand Hotel Royal e Golf nel cuore di Courmayeur è la struttura ricettiva più antica della Valle d’Aosta e ha saputo conservare e perfezionare in 160 anni il senso della grande accoglienza italiana: calore, eleganza, precisione, velocità ed efficienza. Questi sono i valori che da sempre caratterizzano il Grand Hotel Royal, coniugati idealmente con il desiderio di offrire piacere, voluttà e benessere ai propri ospiti, oltre a proporre esperienze sensoriali, sportive ed enogastronomiche uniche, quasi epiche. La stagione invernale 2017/2018 si annuncia straordinaria: la cucina dei tre ristoranti è guidata dal giovanissimo e talentuoso Paolo Griffa; la Driving Experience più attrezzata che mai, aspetta guidatori di kart e macchine per avventure sul ghiaccio; una delle Spa più accurate d’Italia attende gli amanti del relax e del benessere più chic.
Tre ristoranti, una torre e uno degli Young Chef più talentuosi d’Italia
La direzione dei tre storici ristoranti della struttura è stata affidata allo Chef Paolo Griffa: il Grand Royal, ristorante principale, dove degustare tutte le specialità valdostane e la grande cucina internazionale (la cui sala è stata progettata da Gio Ponti), il Petit Royal, ristorante intimo e raffinato dedicato alla Haute Cuisine, e la Tour Malluquin un’esclusiva torre del Seicento dove è possibile riservare un unico tavolo per massimo due persone. Il Royal offre anche la prima Maison Krug d’Italia, un accoglientissimo lounge bar dove consumare decine di long drink, cocktail d’autore e oltre 3000 etichette di vini italiani ed internazionali.
Paolo Griffa, ventiseienne piemontese, è considerato tra i più promettenti Chef della nuova generazione, cresciuto professionalmente in ristoranti di altissimo livello come il Piccolo Lago di Marco Sacco e Serge Vieira in Francia. Reduce dal Bocuse d’Or, Griffa firma i piatti della struttura attraverso la sua inconfondibile cifra stilistica, fatta di creatività e ricerca, che gli ha già valso la stima del grande pubblico e della critica di settore.
Oggi, un sapiente mix di classicismo, modernità ed eleganza
Ha un fascino tutto particolare, il Grand Hotel Royal e Golf, affidato nelle mani di una nuova proprietà che, con sguardo lungimirante, continua in questo processo di perpetua innovazione, senza tradirne le prestigiose origini. Imponenti scaloni, preziosi quadri e trofei di caccia sono il segno tangibile della tradizione, dove le 86 camere si integrano perfettamente in questo stile elegantemente retrò, dalle spaziose suite, junior suite, stanze deluxe e classic. La modernità è data dai servizi alberghieri, come la room service 24 ore, il WiFi, il garage riscaldato e la tv satellitare, con gli abbonamenti Sky e Premium, che permettono la ricezione di oltre 400 canali in tutte le lingue.
L’avventura è di casa al Grand Hotel Royal e Golf
Dall’inverno all’estate ogni momento è buono per vivere incredibili giornate all’insegna dello sport. Alpinismo, golf sulla neve, elisky per il freeride utilizzando un elicottero come mezzo di risalita o l’attraversamento in fuori pista del massiccio del Monte Bianco, partendo da Courmayeur per la Vallée Blanche e Chamonix. A coordinare le attività del Grand Hotel Royal e Golf il maestro di sci, che organizza anche gli aperitivi wild in un Pardes, un vero e proprio salotto realizzato con la neve e coperto da pellicce.
Chi ama la bella stagione può fare mountain bike, rafting, trekking, arrampicata o giocare a golf in un campo dallo scenario unico al mondo: 9 buche in Val Ferret su un percorso di 6000 metri, par 68, a 1560 metri d’altitudine. Questo campo è aperto da giugno a settembre.
Il brivido del Test Drive sul ghiaccio: dedicato ai cacciatori di adrenalina
Due piste uniche nel loro genere, le sole in Valle d’Aosta che possano essere utilizzate durante tutto l’anno. A poca distanza dall’uscita dell’autostrada A5 Aosta-Courmayeur, in località Entrèves, si trova la Driving School del Grand Hotel Royal e Golf, dove gli appassionati della guida sportiva possono cimentarsi su un tracciato modificabile in base alle necessità.
La pista principale è dotata infatti di un impianto d’innevamento artificiale e d’irrigazione, che consente di creare le condizioni ideali per testare la guida sull’asfalto bagnato, su ghiaccio, su neve e in notturna, grazie al versatile sistema di illuminazione. L’area si estende per 300 metri in lunghezza e 160 in larghezza, consentendo un ampio sviluppo polifunzionale: dai corsi legati a progetti scolastici, ministeriali o regionali, alle presentazioni di auto da corsa fino agli eventi sportivi.
I corsi di guida sportiva e quelli di guida sicura sono tenuti da uno staff di istruttori professionisti, che alla conoscenza delle tecniche uniscono la capacità di accompagnare chiunque, dai neofiti agli esperti, in un percorso di apprendimento personalizzato. E’ presente anche una seconda pista di Karting con venti Kart CRG per adulti e quattro per bambini, che possono essere chiodati per divertirsi sul ghiaccio e sulla neve. A completare quest’esperienza fuori dal comune c’è l’eleganza del Club House, uno chalet su tre livelli, ideale per organizzare eventi e meeting.
Per riscoprire la propria essenza: Spa e Centro Benessere
Alla fine di un’intensa giornata sulle piste da sci o dopo aver lungamente passeggiato sui sentieri di Courmayeur, circondati dai profumati fiori primaverile, ci si può rigenerare nella Spa e Centro Benessere del Grand Hotel Royal e Golf, una struttura che ha fatto della filosofia olistica il suo punto di forza, integrando sapientemente estetica e salute.
Coccolati dai trattamenti e dalle metodiche studiate da un’equipe medica altamente specializzata, sarà possibile intraprendere un percorso per ritrovare sé stessi. L’area è composta da sauna, bagno turco, frigidarium, docce emozionali, zona relax, cabine massaggi, una tisaneria e una splendida piscina esterna riscaldata con affaccio sul monte Bianco, a cui è possibile accedervi comodamente dall’interno.
Tutti i prodotti utilizzati per i trattamenti, dai rituali del viso a quelli del corpo, sono realizzati da marchi di altissimo livello. Seguendo il principio olistico di cura integrale del corpo e della mente, in un continuo scambio con la natura, questi prodotti vanno ben oltre la semplice cosmesi, attivando l’energia vitale e curativa già conosciute dagli antichi.
Focus sulle coppie: oltre ai trattamenti classici e Ayurvedici per single, l’equipe ha messo a punto dei percorsi su misura riservati alle coppie. Tra le tendenze dell’ultimo periodo si segnala una lezione studiata su misura nella quale una professionista dello staff insegnerà alla coppia come prendersi cura l’un l’altro con un dolce e rilassante massaggio.
Fitness: è stata allestita anche un’area vetrata con bella vista sull’ampio giardino privato, dove utilizzare attrezzature Tecnogym di ultima generazione con personal coach.
Paolo Griffa: la scalata di un grande Chef tra le cime delle Alpi
Da quest’anno è affidata allo Chef Paolo Griffa la direzione dei tre storici ristoranti della struttura, da quello principale, il Grand Royal, la cui sala è stata progettata da Gio Ponti, al Petit Royal, fino al Tour Mallequin, dove è possibile riservare un unico tavolo per due persone in un’esclusiva torre del Seicento, in cui è prevista la preparazione delle portate in show-cooking.
Paolo Griffa, piemontese di 26 anni, è considerato tra i più promettenti Chef della nuova generazione. Cresciuto professionalmente tra Combal Zero, il Piccolo Lago di Marco Sacco e Serge Vieira Au Chauffour, Paolo è reduce dal Bocuse d’Or.
Per il Petit Royal Paolo Griffa ha immaginato un menù chiamato Declinazioni, basato su un’idea insolita. Il menù è pensato come un regolo, un vero e proprio gioco per il commensale, che può comporre la propria portata scegliendo una o più materie prime come il bue grasso di Carrù, l’astice e altre. Lo Chef comporrà numero e ingredienti dei piatti e delle diverse portate, in base alla scelta di ogni ospite.
Il Grand Royal invece propone 20 piatti della tradizione valdostana, tra cui zuppa valtellinese, polenta, cardi al midollo con fontina, grandi piatti di carni, tradizionali primi e secondi di grande qualità – insomma tutto il confort food valdostano in chiave elegantissima e piacevolissima, come deve essere la vacanza perfetta.
Oltre ai ristoranti, l’Hotel Royal propone una cantina di oltre 3500 referenze – da semplici vini locali a Cru internazionali pregiatissimi, un oyster bar, una terrazza per aperitivi e Grands Plateaux de Crudités oltre alla prima Maison Krug d’Italia. E’ presente, inoltre, una Champagneria Ruinart per concedersi un aperitivo con caviale e ostriche in un ambiente hype e chic.
Presso il Lounge Bar, aperto dalle 8.00 del mattino a mezzanotte, è previsto il servizio pranzo con dei gustosi snack, la merenda pomeridiana sia dolce che salata, oltre a degli sfiziosi finger food pre-dinner. À la carte è disponibile un’incredibile selezione di circa centocinquanta distillati tra cui cinquanta Whisky provenienti da tutto il mondo, come l’imperdibile Singleton Special Release 28 Years Old; sei Armagnac tra cui spicca il celeberrimo Château des Comtes d’Armagnac del 1995 e dieci Cognac, come l’imperdibile Delamain Vesper. Chi è alla ricerca di qualcosa di nuovo, potrà rimanere stupito dal trovare in lista anche il Polugar, l’antico antenato della vodka, recentemente riscoperto per il suo gusto complesso, che può essere assaporato in purezza o in miscelazione, per per un’esperienza decisamente diversa dal solito. Tra le creative proposte “mixology” la lista comprende oltre cinquanta cocktail come quelli vintage, ispirati agli inizi del Novecento, (Pink Lady in testa!), i pre-dinner come il classico Manhattan e quelli più inusuali per un goloso dopo pasto, come il Chocolate Martini, con Vodka, crema di cacao e topping di cioccolato. I drink, inoltre, possono essere preparati in base alle specifiche richieste degli ospiti, con diversi “twist” che prevedono rivisitazioni dei grandi classici, in perenne ricerca alchemica del cocktail perfetto. E’ presente anche un’ampia scelta di tè e infusi per tutti i gusti, come il Bombay Chai, dagli intensi e fragranti aromi o il White Ambrosia, dal gusto rotondo e delicato. Presso il Lounge Bar, infine, è attivo il room service durante tutta la giornata per gustare, nell’intimità della propria stanza, quanto proposto à la carte.
Confort food per i piccoli amici a quattro zampe
Non solo grandi piatti per gli “ospiti umani”, ma anche sfiziose portate per i migliori amici dell’uomo, sia cani che gatti. Il menù speciale prevede cinque piatti, che variano periodicamente in base agli ingredienti stagionali, studiati appositamente per venire incontro al loro gusto ed equilibrio fisico. Si comincia con del riso Artemide all’inglese, per passare al merluzzo al vapore con verdure, alla tartare di Fassona o alle polpettine di coniglio, per chiudere con dei golosi biscottini ricchi di fibra, sali minerali e vitamine. I pasti dei piccoli ospiti a quattro zampe possono essere consumati in camera o nel Lounge Bar. E’ disponibile un medico veterinario in caso di emergenza.
Pillole di unicità:

  • E’ la più antica struttura ricettiva della Valle d’Aosta.
  • Tra i nomi eccellenti che vi soggiornarono ci sono la Regina d’Italia Margherita di Savoia, in onore della quale fu dato il nome “Royal” all’albergo, e il Nobel per la letteratura Giosuè Carducci.
  • La luminosa sala da pranzo da cui si gode una vista meravigliosa durante tutto l’anno è stata progettata da Gio Ponti.
  • E’ possibile vivere l’emozione di bere Champagne in un Pardes, un vero e proprio salotto realizzato con la neve e coperto da pellicce, proprio ai piedi del Monte Bianco.
  • Ha da pochi anni realizzato le uniche due piste dell’arco alpino utilizzabili tutto l’anno.
  • L’area attigua alla pista è stata piantumata con 1250 alberi e arbusti del territorio.
  • Nell’ampia area Benessere e Spa sono presenti dei trattamenti e percorsi studiati per single e coppie.
  • Ha un ristorante con un unico esclusivo tavolo per due persone in una torre del Seicento.
  • Nella torre è presente anche la prima Maison Krug d’Italia.
  • E’ presente anche un Champagneria Ruinart per degli aperitivi con caviale e pesce.
  • Da questa stagione ha affidato a Paolo Griffa, tra i più giovani e promettenti Chef italiani, la direzione di tutti i suoi tre ristoranti.
  • Nel ristorante Petit Royal lo Chef propone il menù Declinazioni, nel quale ogni commensale può comporre la propria portata scegliendo una o più materie prime tra cui il bue grasso di Carrù, astice e altre.
  • E’ stato creato un menù di cinque portate per i piccoli amici a quattro zampe. I pasti possono essere consumati in camera o nel Lounge Bar.
  • Il Lounge Bar ha a disposizione oltre centocinquanta distillati à la carte.
  • Ha una prestigiosa cantina con oltre 3500 referenze italiane e internazionali.

Grand Hotel Royal e Golf  www.royaldrivingexperience.com

 

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos