Il Cibo dell’Anima

Il Cibo dell’Anima

     A Piano di Sorrento si discuterà su come l’Anima si nutre Al ristorante  “Silenzio Cantatore” di Achille Morabito a Colli di San Pietro, frazione di Piano di Sorrento, domenica prossima ci sarà un confronto sul tema fra esperti, produttori, chef e pubblico     Quali alimenti possono essere definiti tali e che effetti hanno

     A Piano di Sorrento si discuterà su come l’Anima si nutre Al ristorante  “Silenzio Cantatore” di Achille Morabito a Colli di San Pietro, frazione di Piano di Sorrento, domenica prossima ci sarà un confronto sul tema fra esperti, produttori, chef e pubblico

 

 

Quali alimenti possono essere definiti tali e che effetti hanno sul nostro organismo? Perché fanno bene?
Incontro multidisciplinare e un vero e meeting scientifico, culturale ed artistico,  che rientra nella rassegna itinerante “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno”, ideata, organizzata e promossa dalla giornalista Teresa Lucianelli.
Di grande suggestione la location con un panorama di preponderante bellezza, elegante quanto accogliente, incastonata nella roccia  sul mare della Costiera Amalfitana, davanti all’arcipelago de Li Galli. Una storia romantica all’origine di tale splendido luogo: immerso nel verde dei Colli di San Pietro, a dieci minuti da Positano e con la splendida veduta dell’arcipelago Li Galli, l’elegante ristorante Silenzio Cantatore di Piano di Sorrento fu costruito negli anni ‘30 su ordine di un nobile francese, che durante una tenuta di caccia si innamorò perdutamente di una giovane artista, che prima di esibirsi al Teatro di San Carlo di Napoli decise di regalarsi qualche giorno in Costiera.
Interverranno all’incontro: Maurizio Fraticelli, dell’ Università di Camerino e di Atene, specialista in Scienze dell’Alimentazione, Terapia del Dolore, Medina e Chirurgia estetica; Giuseppina Siciliano, specialista in Chirurgia vascolare, Angiologia e Terapie antiaging non invasive; Elvira Volpe, biologa nutrizionista comportamentale ayurvedica; Rosa Bianca dell’Accademia dei Discepoli del Terzo Millennio; la presidente dell’ Associazione valorizzazione colatura DOP; Lucia Di Mauro; il giornalista agroalimentare Nicola Rivieccio; gli esperti e produttori di eccellenze: Vincenzo Supino, (preziosità del mare); Mario Carrabs (carni irpine pregiate); Vincenzo Esposito e Nunzia Marscia Esposito (burro e caseari bufalini); Francesco Savoia (formaggi da Pezzata rossa);  Patrizia Malanga e Maria Paola Sorrentino (vini); Manuela Russo (olio evo), Francesco e Ciro Rusciano (produzioni agricole); Vincenzo Scognamiglio (dolci); gli chef da maison de charme: Valerio Giuseppe Mandile, Tommaso Foglia, Paola Fiorentino, Valentino Buonincontri, con lo chef resident Ciro Palomba ed i maestri panificatori e pasticcieri Filippo Cascone e Gennaro Langellotti che saranno anche i protagonisti del pranzo i cui proventi andranno al dormitorio di Brusciano. Ad introdurre e coordinate, la giornalista enogastronomica Teresa Lucianelli.
Il fine prioritario della rassegna è quello di diffondere ad ampio raggio un messaggio chiaro, efficace e competente sull’alimentazione genuina e le eccellenze territoriali campane e sempre in un’ottica di assoluto rispetto del gusto e della salute, sui connubi di queste con specialità extraterritoriali di alta qualità.
“Il Cibo dell’Anima” è sostenuto da: Oyster Oasis, Milano; Panificio Cascone, Lettere (NA); Burrificio VI. GA., Melito (NA); Macelleria Mario Carrabs, Gesualdo (AV); Caseificio Italia Milk, Carinaro (CE); Azienda agricola Francesco Savoia, Roccabascerana (AV);Sorrentino Vini, Boscotrecase (NA); Le Vigne di Raito,Raito di Vietri sul Mare, (SA); IASA, Salerno; Maria Manuela Russo, Campagna (SA); Azienda agricola Fratelli Rusciano, Napoli; Scaramurè bianche alchimie, Nola.
All’evento è legata la mostra d’arte di Enrico De Maio, curata da Gianni Nappa; la presentazione del libro “Gran Food” di Elisabetta Donadono e l’omaggio alla Musica campana dal ‘600 al ‘900 di Giò Siciliano.
Ecco nei dettagli il menu del pranzo di beneficenza:
Entrée: Ostriche Majestic Maison Desmoore&Coccolos Irlanda, Ostriche Fine de Galon d’Or Maison Pleiade Poget Francia. In accompagnamento: spumante DòRè, Vesuvio Piedirosso spumante rosato, Sorrentino Vini.
Antipasti, Chef Resident Ciro Palomba e Maestro panificatore Filippo Cascone:
Pane, burro e… delizie; ricchezze di Cetara; Stagionature d’eccellenza: salsiccia irpina, filetto all’Aglianico, lonzino di maiale; Nodini di latte vaccino; Ciliegine di latte bufalino; Ricottine. In accompagnamento: Lacryma Christi del Vesuvio bianco DOC-BIO, Sorrentino Vini.
Primi, Chef Valentino Buonincontri: Risotto gamberi, timo e limone candito.
Chef Paola Fiorentino, Raviolo Mediterraneo: datterini gialli della piana del Sele, noci di Sorrento, caciotta di Scazzano, zest di limone amalfitano, emulsione al basilico, cips al pomodoro. In accompagnamento: Lacryma Christi del Vesuvio bianco DOC-BIO, Sorrentino Vini, Sorrentino Vini
Secondi, Chef Valerio Giuseppe Mandile:
Filetto di maiale irpino, riduzione di Aglianico e purea di mela annurca campana; broccoli Friarielli.
Treccia bianca e Treccia affumicata a paglia, da latte di bufala; Formaggi campani da latte di Pezzata rossa. In accompagnamento: vino biologico Ragis rosso, uve Aglianico e Piedirosso, Le Vigne di Raito.
Frutta campana di stagione.
Dolci, Chef pasticciere Tommaso Foglia:
Cassata Nobile; Sorpresa al Fior di burro.
Chef pasticciere Gennaro Langellotti: Piccole delizie campane. In accompagnamento: DòRè, Lacryma Christi del Vesuvio bianco spumante DOC, Sorrentino Vini.

 

Harry di Prisco

 

Harry
AUTHOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos