Dom Pérignon x Tokujin Yoshioka una collaborazione creativa

Dom Pérignon x Tokujin Yoshioka una collaborazione creativa

ISPIRAZIONE È POTERE  L’Ispirazione è ciò che rende potente una Creazione. L’Ispirazione è al principio di Dom Pérignon e ne guida l’Ambizione creativa. Un’Ambizione che tende verso l’Armonia come fonte di emozione, dove entrano in gioco valori estetici e sensoriali: Precisione, Intensità, Delicatezza, Mineralità, Complessità, Completezza; un modo per abbracciare e catturare la Nota. L’ideale estetico di

ISPIRAZIONE È POTERE  L’Ispirazione è ciò che rende potente una Creazione. L’Ispirazione è al principio di Dom Pérignon e ne guida l’Ambizione creativa.

Un’Ambizione che tende verso l’Armonia come fonte di emozione, dove entrano in gioco valori estetici e sensoriali: Precisione, Intensità, Delicatezza, Mineralità, Complessità, Completezza; un modo per abbracciare e catturare la Nota. L’ideale estetico di Dom Pérignon è la Ricerca. Sempre raffinata, spesso possibile, ma mai completamente raggiunta.  Ogni processo creativo presenta dei limiti. Quello di Dom Pérignon è rappresentato dall’annata. I Millesimati Dom Pérignon possono essere prodotti solo con le uve raccolte in una singola annata.  L’eredità creativa di Dom Pérignon è sapersi reinventare con ciascuno dei propri Millesimati.  Da un’annata all’altra, il processo si affina, creando nuove tensioni ed equilibri.
La Maison condivide il proprio approccio creativo con i Creatori di altre discipline, invitandoli a esplorare nuovi territori e offrendo loro l’occasione di interpretare diverse caratteristiche di Dom Pérignon in modi inaspettati.
Tra le grandi personalità che hanno dialogato con Dom Pérignon figurano Marc Newson, Karl Lagerfeld, David Lynch, Jeff Koons, Lang Lang e Iris van Herpen.
Quest’anno Dom Pérignon e il designer giapponese Tokujin Yoshioka hanno deciso di unire le forze per portare alla luce alcune delle sfaccettature che contradistinguono Dom Pérignon Vintage 2009.

“Per me l’Ispirazione è il momento in cui la Visione si rivela, quando sento l’urgenza di dare forma a quella Visione in un modo completo e personale. È il Sentimento, la Forza, la Follia che prende possesso della Creazione.”  Tokujin Yoshioka

UN TRIBUTO A DOM PÉRIGNON VINTAGE 2009
Le condizioni climatiche di inizio 2009 sono state per lo più poco favorevoli. Un inverno rigoroso, una primavera mite e piovosa. Fortunatamente agosto è stato perfetto. In settembre abbiamo vendemmiato un frutto maturo, sano e senza imperfezioni – le condizioni migliori perché nascesse Dom Pérignon Vintage 2009.
Richard Geoffroy, Chef de Cave Dom Pérignon – Nato alla fine di una decade prodigiosa e generosamente baciata dal sole, in un anno di intensa luce e di caldo, il Vintage 2009 di Dom Pérignon è uno Champagne solare. Alla vista, al palato, trasmette una vibrazione luminosa, quasi intangibile, eppure ben distinta. Uno Champagne di luce viva, che esplode in infiniti colori, che ispira una multiforme ondata di emozioni radiose.
L’Energia e la Bellezza della luce sono alla base dell’opera di Tokujin Yoshioka ed è questa comunanza di intenti che ha spinto Dom Pérignon a collaborare con l’artista.
Richard Geoffroy ricorda: “L’affinità artistica che Tokujin condivide con Dom Pérignon è stata evidente fin dal primo momento in cui ci siamo incontrati. Mentre sorseggiavamo lo Champagne, ha istintivamente espresso una forte connessione con il carattere solare di Dom Pérignon Vintage 2009”.
Come conferma Tokujin Yoshioka, “La Luce è il ponte che unisce i nostri ideali estetici e valori creativi. I concetti di Luce, Trasparenza e Brillantezza sono fondamentali per Dom Pérignon Vintage 2009”.
LA LIMITED EDITION
L’interpretazione che Tokujin Yoshioka regala di Dom Pérignon Vintage 2009 – la luminosità dell’annata che è l’anima dello Champagne – si traduce in un’opera d’arte e nello scudo che compare nella Dom Pérignon Limited Edition 2017, sul coffret e sulla bottiglia.
L’opera d’arte: Prism
Tokujin Yoshioka presenta Prism, un’installazione di cristallo che omaggia la singolare natura di Dom Pérignon Vintage 2009. In una celebrazione della Luce, la scenografia è composta da tre blocchi di cristallo che avvolgono la bottiglia. Dal centro oscuro della composizione la luce si diffonde, attraversando superfici trasparenti che la riflettono e la portano in vita in uno spettro di vividi colori.
L’artista spiega che, sorseggiando Dom Pérignon Vintage 2009, sente lo Champagne come memoria della luce.
La Limited Edition
Come un’espansione dell’installazione di cristallo, Tokujin Yoshioka reinterpreta l’iconico scudo della Maison come una forza che emerge dall’oscurità della bottiglia: la sua vibrante energia e la sua iridescenza generano una presenza ologrammatica. In questa potente messa in scena, lo scudo evoca l’esperienza sensoriale di degustazione di Dom Pérignon Vintage 2009 in tutta la sua luce, i suoi colori e le sue emozioni.
Questa nuova interpretazione dello scudo è ripresa anche sull’astuccio, insieme alla firma dell’artista.
Dom Pérignon offre a noi artisti la possibilità di re-immaginare i suoi codici iconici attraverso le lenti del nostro gusto estetico. Per me è stata un’esprienza ispirante e potente”, afferma Tokujin Yoshioka.
L’opera Prism è realizzata su ordinazione da Baccarat, la più antica casa di produzione di cristalli al mondo. La Dom Pérignon Limited Edition 2017 by Tokujin Yoshioka è ora disponibile in punti vendita selezionati.
DOM PÉRIGNON VINTAGE 2009
Il 2009 chiude nel migliore dei modi un decennio prodigioso: solare, audace e generoso. Le uve hanno raggiunto una maturità difficilmente replicabile. Dom Pérignon Vintage 2009 è incredibilmente singolare, il frutto è maestoso.
L’annata: Le condizioni climatiche di inizio anno sono state per lo più poco favorevoli. L’inverno è stato rigoroso, la primavera mite e piovosa. La fioritura si è rivelata difficile, la pressione della peronospora era forte. Gli episodi temporaleschi di luglio hanno fatto temere un deperimento delle uve, ma il mese di agosto è stato assolutamente perfetto. Il tempo si è mantenuto secco e caldo fino alla vendemmia, fatta eccezione per la grandinata che purtroppo si è abbattuta il 4 settembre su Hautvillers, Verzenay e Chouilly.
La raccolta è iniziata il 12 settembre in condizioni idilliache. La maturità era al culmine, la condizione delle uve impeccabile, gli acini di Pinot Noir sorprendentemente poco colorati.
Il naso: Le note di guava e scorza di pompelmo verde e speziato si fondono a quelle di frutta con nocciolo, pesca bianca e nettarina. Il vino respira, il tutto è completato da note di vaniglia legnosa e brioche calda delicatamente tostata.
Il palato: Le note fruttate sono maestose, mature, carnose e profonde. Al di là della ricchezza e di una certa voluttà, è l’impressione di coerenza che domina. L’intensità è straordinariamente contenuta. Tutte le sensazioni convergono e persistono, setose, saline e linfatiche, amare e iodate.
TOKUJIN YOSHIOKA – Tokujin Yoshioka è nato in Giappone nel 1967. È artista e designer e la sua pratica trascende i limiti del design, dell’architettura e dell’installazione artistica. Molte delle sue opere sono esposte nelle collezioni permanenti di musei prestigiosi, come il Museum of Modern Art (MoMA), il Centre National d’Art et de Culture Georges Pompidou, il Victoria and Albert Museum, il Cooper Hewitt Design Museum e il Vitra Design Museum. Tokujin Yoshioka ha ricevuto diversi riconoscimenti e ha scritto quattro libri dedicati al design. Le sue creazioni si caratterizzano per l’esplorazione poetica e sperimentale dei concetti di trasparenza, lucentezza e luminosità; il suo lavoro combina fenomeni naturali e tecnologie avanzate. Tokujin Yoshioka ha recentemente ricevuto il Milano Design Award 2017 per la sua monumentale installazione luminosa Senses of the Future.
#domperignon

Sito ufficiale domperignon.com

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos