Arriva SnapFood, un’idea per condividere il buon cibo in rete

Arriva SnapFood, un’idea per condividere il buon cibo in rete

  Quante volte ci chiediamo, prima di una serata al ristorante con gli amici: ma quale sara’ il posto dove gustare il miglior piatto, tra quelli preferiti?  Per rispondere a questo interrogativo  e’ nata  SnapFood, l’app che premia la qualità del cibo, nella quale è il piatto l’unico protagonista. Praticamente  una guida gastronomica incentrata unicamente sulle pietanze, e

 

Quante volte ci chiediamo, prima di una serata al ristorante con gli amici: ma quale sara’ il posto dove gustare il miglior piatto, tra quelli preferiti?  Per rispondere a questo interrogativo  e’ nata  SnapFood, l’app che premia la qualità del cibo, nella quale è il piatto l’unico protagonista. Praticamente  una guida gastronomica incentrata unicamente sulle pietanze, e non sui ristoranti.

Con SnapFood si possono raccontare le esperienze culinarie positive e partecipare così alla creazione della classifica dei migliori piatti proposti dai ristoranti, condividendo le proprie esperienze.
Grazie a SnapFood non bisogna più cercare un ristorante sperando che cucini bene il piatto desiderato ma si parte da ciò che si vuole mangiare. Si cerca il piatto che si ha in mente oppure si sfoglia la classifica dei piatti migliori delle varie città italiane, composta da immagini scattate dagli utenti della community e poi indicizzate in base al tipo di piatto e ai giudizi degli utenti.

Dice Alessio Ripanti, fondatore di SnapFood: “Siamo consumatori ben informati e capaci di trovare tutto da soli, eppure non sempre riusciamo a sfuggire alle fregature quando si tratta di mangiare bene. Capita di scegliere un locale ben recensito dalle normali guide e scoprire che il piatto che volevamo non gli fa onore. Noi abbiamo ribaltato il principio stesso della ricerca mettendo al centro il piatto, quindi la qualità del cibo. Il 30% dei giovani tra i 18 e i 24 carica la foto del piatto che ha appena mangiato su facebook e su instagram. Una tendenza che coinvolge anche le fasce più adulte con percentuali in crescita. La forza di SnapFood è riuscire a offrire la possibilità agli utenti appassionati di buon cibo di condividere l’esperienza culinaria concentrandosi solo su sapore e qualità degli ingredienti con l’aiuto delle fotografie. Le recensioni sono tutte autentiche anche perché per caricare le foto è necessario essere geograficamente nel posto a cui si vuole dare il proprio apprezzamento“.

Per diventare parte della community di SnapFood basta scaricare gratuitamente l’app, disponibile per IOS e ANDROID.
Condividendo la foto del piatto con la community di SnapFood, l’utente si siede a tavola con altri appassionati di cibo abituati a documentare e a consigliare tutte le loro scoperte culinarie, discutere la bontà di una portata e gareggiare in una sfida fotografica all’ultimo assaggio. Per gli utenti attivi dell’app ci sono poi classifiche da scalare, trofei da sbloccare e bonus a sorpresa.
Gli utenti attivi di SnapFood sono più di 17.000, i piatti caricati oltre 14.000 e i ristoratori presenti hanno superato quota 7.200. La media giornaliera di nuovi iscritti si è assestata intorno al numero 1000.

SnapFood è disponibile per iPhone su App Store iOS e per Android su Google Play. Per ulteriori informazioni visita http://www.snapfood.com, segui @SnapFood su Twitter e Facebook http://www.facebook.com/SnapFoodApp
SnapFood è un progetto realizzato dalla digital agency Glooxy Plus, basata a Malta, che crea, promuove ed innova prodotti legati all’ambiente del mobile entertainment.
Nata nel 2015, in soli due anni Glooxy Plus ha raggiunto un fatturato di oltre 11 milioni di Euro. La società realizza contenuti, performance e acquisizioni in più di 12 paesi, lavorando per clienti internazionali come  Vodafone, Tim, Mondadori, EMI e Universal. SnapFood rappresenta il primo tassello di Glooxy Plus nel settore delle applicazioni per smartphone.

 

 

anna.rubinetto
ADMINISTRATOR
PROFILE

Posts Carousel

Latest Posts

Top Authors

Most Commented

Featured Videos